Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

News motori

Vedi Tutte
News motori

FCA collaborerà con BMW, Intel e Mobileye per la guida autonoma

FCA collaborerà con BMW, Intel e Mobileye per la guida autonoma

La collaborazione sarà globale, con diversi centri di sviluppo, per crerare una piattaforma "neutra" disponibile anche per altri costruttori

Sullo stesso argomento

 Alessandro Vai

mercoledì 16 agosto 2017 10:53

ROMA - FCA si unirà a BMW, Intel e Mobileye nello sviluppo della guida autonoma. Lo hanno annunciato oggi i due gruppi automobilistici dando notizia della sottoscrizione di un Memorandum di intesa che prevede che FCA entri nel gruppo di sviluppo di una piattaforma di guida autonoma all’avanguardia e destinata ad un’implementazione globale.

RISORSE - I punti di forza, la capacità e le risorse di ogni partner serviranno per migliorare la tecnologia della piattaforma, aumentare l'efficienza dello sviluppo e ridurre il tempo di arrivo sul mercato. Uno dei fattori che consentirà di raggiungere tali obiettivi sarà il lavoro congiunto di ingegneri in Germania e in altre sedi in tutto il mondo.

FLOTTA -  FCA contribuirà con risorse di ingegneria, tecniche e con l’esperienza, nonché con i suoi significativi volumi di vendita, la sua portata geografica e la sua lunga esperienza sul mercato Nord Americano. L’obiettivo è quello di mettere su strada 40 veicoli autonomi sperimentali entro la fine del 2017, beneficiando anche dei dati e delle conoscenze ricavati dalla flotta di 100 veicoli di livello 4 di Mobileye.

MARCHIONNE - «Per migliorare la tecnologia di guida autonoma è fondamentale dar vita a partnership tra produttori di autoveicoli e fornitori di tecnologia e componenti - ha dichiarato Sergio Marchionne, ad di FCA - l'adesione a questa collaborazione consentirà a FCA di beneficiare direttamente delle sinergie e delle economie di scala che sono possibili quando le aziende si alleano con una visione e un obiettivo comuni".

KRUGER - «I due fattori che rimangono fondamentali per il successo della collaborazione sono l'eccellenza senza compromessi nello sviluppo e la scalabilità della nostra piattaforma di guida autonoma - ha commentato Harald Krüger, numero uno di BMW - con FCA come nostro nuovo partner, rafforziamo il nostro percorso per creare con successo la più rilevante soluzione avanzata, trasversale ai costruttori automobilistici, per i livelli da 3 a 5 sul piano globale».

INVITO - Il gruppo BMW, Intel, Mobileye e FCA, infine, auspicano che si possano unire al progetto altri costruttori automobilistici e fornitori di tecnologia, per adottare questa piattaforma di guida autonoma con l’intento di creare una soluzione valida per l’intero settore.

Articoli correlati

Commenti