Prove

Vedi Tutte
Prove

Renault Grand Scénic, la giusta grandeur: prova

Renault Grand Scénic, la giusta grandeur: prova

Al volante della quarta generazione in versione Bose con motore 1.6 turbodiesel da 160 cv

Sullo stesso argomento

 Francesco Colla

martedì 14 febbraio 2017 18:04

ROMA - Renault Grand Scénic è il giusto compromesso per chi non vuole, o non può, impegnarsi con una Espace ma ha bisogno di maggiore spazio rispetto alla compatta Scenic. La quarta generazione è stata presentata la scorsa primavera, ennesimo tassello di un grande mosaico di rilancio del marchio che va dagli sport utility passando per il motorsport

E al pari della sorella minore (qui la nostra prova) anche Grand Scénic ha beneficiato esteticamente dei nuovi stilemi del design Renault, abbandonando le fattezze goffe da monovolume per trasformarsi in una muscolosa urban crossover, le cui proprozioni sono esaltate dai grandi cerchi da 20”. Cresciuta nelle dimensioni (75 mm in lunghezza), fino a toccare quota 4,634 metri, offre un abitacolo da vera business class

Specialmente nella lussuosa versione top di gamma Bose, che oltre a un impianto stereo degno del marchio, è dotato di comodi sedili in pelle a regolazione elettronica e riscaldabili, illuminato dallo scenografico tetto in cristallo (optional) e arricchito da scenografici dettagli. A partire dall'ormai noto touchscreen verticale da 8,7 pollici del sistema di infotainmnet R-Link 2. Che se all'inizio poteva sembrare forzosamente controcorrente, ora appare logico, considerando le ore trascorse a scrollare gli schermi dei nostri smartphone.

La dotazione tecnologica è molto ricca e oltre alla telecamera di parcheggio, al navigatore, etc, comprendente anche l'head up-display. Ricca, infine, la dotazione di accessori per migliorare la vita a bordo, a partire dalla console centrale scorrevole e proseguendo con i tavolinetti per i passeggeri posteriori e i moltissimi vani portaoggetti. 

La top di gamma è equipaggiata con il motore turbodiesel 1.6 litri da 160 cavalli e 360 Nm, abbinato al cambio automatico doppia frizione a 6 rapporti. Personalizzando l'esperienza di guida con il sistema Multi-Sense con cinque differenti modalità: comfort, eco, sport, neutral e perso. 

Grand Scénic non è una sportiva ma una familiare (in senso lato), adatta a trasportare fino a sette persone e ad affrontare traversate oceaniche. Tuttavia i 160 cv del brillante turbodiesel, specialmente quando si guida in modalità sport, possono offrire un'esperienza di guida divertente e senza consumare tanto. In autostrada, a 120 km/h, il computer di bordo segna un consumo medio pari a 17 km con un litro.

A quel punto, complice l'ottima insonorizzazione, ci si può godere il surround Bose e la funzione massaggio del sedile guidatore. In città Grand Scenic si muove agilmente e le sospensioni non temono né dossi né buche, dimostrandosi una compagna di viaggio estremamente versatile e della giusta "grandeur".   

GRAND SCENIC, LA GAMMA E I PREZZI

Articoli correlati

Commenti