Prove

Vedi Tutte
Prove

Kia Stonic, vivace ed equilibrata, con brio

Kia Stonic, vivace ed equilibrata, con brio

La crossover compatta coreana debutta sul mercato italiano, con un'offerta che punta sulla connettività e il value for money

Sullo stesso argomento

 Alessandro Vai

venerdì 22 settembre 2017 16:00

BERLINO - A Berlino il meteo è variabile, il cielo grigio chiaro con un po' troppe nuvole per parlare di bella giornata e l'architettura non aiuta certo a stimolare il buon umore. Così ci prova la Kia Stonic a dare un po' di colore e rendere frizzante il pomeriggio berlinese, mettendo in mostra le sue qualità di SUV compatta pensata espressamente per il mercato europeo. In un segmento in cui la concorrenza è molto agguerrita, oltre che assolutamente varia, in Kia hanno deciso di competere nella fascia più urbana, dove fanno la differenza caratteristiche come il design, il rapporto qualità/prezzo e la praticità.

Niente quattro ruote motrici o altre complicazioni tecnologiche. La Stonic è frizzante nello stile, compatta nelle misure (solo 4,14 metri) e intelligente nelle dotazioni, come dimostra il sistema di infotainment con display touch da 7 pollici e mirroring per Android Auto e Apple CarPlay che è di serie su tutte le versioni. Un "asset" importante per un modello che strizza l'occhio prima di tutto a un pubblico giovane e connesso che saprà anche apprezzare le possibilità di personalizzazione a livello di colorazione, comprese quelle per il tetto che delineano diverse livree bi-color.

Razionale la scelta delle motorizzazioni, con il 1.4 benzina 100 CV che è un vero tuttofare, il 1.0 3 cilindri Turbo che ha un po' di brio in più e l'immancabile 1.6 diesel da 110 CV (un po' rumoroso) per chi macina chilometri, a cui si aggiunge il 1.2 benzina da 84 CV per i neopatentati. Quella più gradevole è senza dubbio il mille a frazionamento dispari, che ha una elasticità esemplare, non vibra praticamente mai e risponde con un piglio molto grintoso ben assecondato dal cambio manuale a 6 marce. A questo proposito, il prossimo anno arriverà anche con il doppia frizione 7 rapporti che le farà fare un altro salto di qualità.

La Stonic è brillante e agile, con comandi morbidi ma precisi. Si mette in moto e sembra di averla sempre avuta tra le mani. Il posto guida si adatta bene a tutte le misure, ma se si arretra troppo diventa difficile far accomodare qualcuno dietro. La Stonic in effetti non è una campionessa di volumetria interna, i 352 litri del bagagliaio sono nella media del segmento, ma in ogni caso accoglie bene quattro persone a patto che non siano di taglia extra-large. Sempre a proposito di comfort, invece, va rimarcata la buona messa a punto delle sospensioni, ottimo compromesso tra capacità di assorbimento e rollio limitato.

Anche la qualità degli interni appare di buon livello, con materiali bene assemblati anche se non così morbidi al tatto, tranne qualche pulsante dalla risposta tattile e dall'aspetto un po' troppo "cheap". La senzazione complessiva, in ogni caso, è positiva. Capitolo prezzi, infine. Il listino della Stonic parte da 16.250 euro, ma fino alla fine dell'anno è in promozione a 13.950 euro, con i canonici 7 anni di garanzia Kia e un allestimeno base che non ha mancanze da colmare. Le prime consegne inizieranno a fine anno e successivamente arriverà anche il GPL sviluppato insieme a BRC.

Articoli correlati

Commenti