Salone di Parigi

Vedi Tutte
Salone di Parigi

Skoda Kodiaq, a Parigi il primo SUV 7 posti del marchio ceco

Skoda Kodiaq, a Parigi il primo SUV 7 posti del marchio ceco

A Parigi lo Sport Utility ceco punta su abitabilità, stile e tecnologia: arriverà sul mercato nel 2017

Sullo stesso argomento

 

venerdì 30 settembre 2016 16:15

Arriverà sul mercato nel 2017, ma intanto il SUV a 7 posti prodotto dalla Skoda debutta al Salone di Parigi. Il suo nome è Kodiaq e le sue ambizioni derivano dai contenuti di indubbio valoreAssoluto, non relativo, perchè il Kodiaq, in 4.70 metri di lunghezza, una dimensione importante, ma non enorme (è 4 centimetri più lungo della Skoda Octavia) fornisce qualità non comuni. 

Ovvero abitabilità fino a 7 posti (a richiesta), un bagagliaio che parte da ben 720 litri di capacità e un'ottima offerta di motoritrasmissioni e trazione. Un SUV moderno, realizzato sulla piattaforma MQB, il pianale modulare trasversale del Gruppo Volkswagen, da anni cavallo di battaglia. Che permette di avere un passo importante 2.791 mm che garantisce l'abitabilità: la lunghezza interna dell’abitacolo è a 1.793 mm.

Funzionale, ma non impersonale, il Kodiaq è disponibile in 14 colori, quattro vernici standard e dieci metallizzate. Gli allestimenti sono tre, secondo la tradizione della Casa: ActiveAmbition e Style. All'interno spicca il grande display, che divide la plancia in due parti, una rivolta al conducente e una al passeggeroIl sistema di infotainment radio Swing con display da 6,5" è di serie. Può essere integrato con un collegamento Bluetooth per smartphone e con Skoda SmartLink, che dà accesso a Apple CarPlay, Android Auto e MirrorLink

Parlano i numeri  da 720 a 2.065 litri di capacità con divano posteriore abbattuto. A pagamento il sedile del passeggero anteriore con schienale abbattibile, che permette di ospitare oggetti fino a 2,80 m di lunghezza. A richiesta è disponibile il portellone a comando elettrico. Il divano posteriore può essere abbattuto in rapporto 60:40 e spostato  in senso longitudinale di 18 cm oltre a disporre di funzione di inclinazione dello schienale regolabile individualmente. 

Tra i sistemi di assistenza alla guida ci sono: Trailer Assist (Tow Assist), Parking Distance Control, Area View, Front Assist, Adaptive Cruise Control, Lane Assist, Blind Spot Detect,  Rear Traffic Alert, Driver Alert, Crew Protect Assist e Travel Assist. Il 2.0 TDI  è nella versione di base con potenza di 150 cv e 340 Nm di coppia. Il top di gamma è il 190 cv con 400 Nm di coppia (0 a 100 km/h in 8"6 con una velocità massima di 210 km/h). I benzina ssono due 1.4 TSI e un 2.0 TSI. Per l’Italia disponibile al lancio il solo 1.4 TSI 125 cv, ma ci sono anche quello da 150 cvel 2.0 TSI.  

Sono disponibili il cambio manuale a sei rapporti o il cambio DSG a sei o sette rapporti. Il TDI 190 cv e il TSI 180 cv hanno il cambio DSG a 7 rapporti e la trazione integrale,  il cui cuore è rappresentato da una frizione a lamelle a gestione elettronica. La sua centralina calcola costantemente la coppia di trazione ideale per l’asse posteriore. A pagamento il Driving Mode Select che permette di settare motore e DSG, servosterzo, climatizzatore e altri sistemi in modalità Normal, Eco, Sport e Individual. Le 4×4 prevedono anche una modalità Snow.

Sempre tra gli optional la regolazione adattiva dell’assetto DCC (Dynamic Chassis Control) dove delle valvole elettriche regolano la taratura degli ammortizzatori tra le modalità ComfortNormal o Sport.

Articoli correlati

Commenti