Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Serie A Sassuolo, De Zerbi: «Orgoglioso dei miei ragazzi»
© Getty Images
Sassuolo
0

Serie A Sassuolo, De Zerbi: «Orgoglioso dei miei ragazzi»

Il tecnico: «Ho un gruppo forte, di professionisti che non temono il lavoro»

SASSUOLO - "Avevamo fatto molto bene a Cagliari, secondo me. Per lo meno meritavamo il pari e forse se fossimo andati noi in vantaggio avremmo vinto. Il pari era il minimo che questi ragazzi meritavano, è un piacere allenarli. Oltre a giocatori forti ho professionisti che non hanno paura di lavorare. E si stanno creando i giusti equilibri". Così il tecnico del Sassuolo, De Zerbi, in vista della gara contro il Genoa: "Loro sanno stare in campo, hanno elementi tecnici e imprevedibili. Ha le qualità per esser considerata una squadra importante. I risultati recenti dimostrano che le mie parole non sono eccessive. Magnanelli e Locatelli possono coesistere, anche se hanno caratteristiche simili. Berardi è un giocatore importante, non solo per i gol ma anche per personalità, corsa e qualità. In assenza di Magnanelli il capitano lo farà lui: giusto che gli venga riconosciuto il lavoro che ha svolto qui. E' diventato grande, non è più un ragazzo che esce dalla Primavera, ha anche la qualità morale per trascinare gli altri. Non faccio di certo io le convocazioni, ma credo che Berardi meriti la Nazionale. Babacar? Va considerato un titolare. Non vuol dire però che debba sempre giocare dal primo minuti. E' un giocatore di prima fascia e lo abbiamo visto domenica scorsa: se non fosse entrato lui non credo che avremmo pareggiato a Cagliari".

Vedi tutte le news di Sassuolo

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti

In edicola