Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Serie A Sassuolo, De Zerbi: «Avevamo la testa a Parma nel primo tempo»
© LAPRESSE
Sassuolo
0

Serie A Sassuolo, De Zerbi: «Avevamo la testa a Parma nel primo tempo»

L'allenatore neroverde: «Udinese squadra in salute, nel secondo tempo abbiamo creato tanto. Dalla condizione fisica dipende tanto, siamo giovani e in costruzione»

REGGIO EMILIA - Con l'Udinese al Mapei Stadium è finita 0-0, e Roberto De Zerbi, tecnico del Sassuolo, ha analizzato la partita ai microfoni di Radio Rai: "Nel primo tempo eravamo un po’ contratti perché ci siamo portati dietro la sconfitta di Parma: in parte questo mi fa piacere perché vuol dire che i giocatori hanno un cervello per capire quando si fa male”. La gara di oggi ha avuto senz'altro due facce: “Nella ripresa ci siamo liberati e abbiamo creato tanto contro una squadra in salute che aveva un entusiasmo diverso dopo la vittoria contro la Roma". Sulla questione attaccanti: "Matri e Babacar? Hanno caratteristiche diverse, ci è mancata un po’ di precisione ma anche un po’ di fortuna, ingredienti necessari contro una squadra che si difende con otto uomini”. Nonostante il cammino degli emiliani abbia incontrato qualche intoppo negli ultimi mesi, De Zerbi è ottimista: “In difesa abbiamo iniziato ad aggiustare le cose, non trovando ancora l'equilibrio migliore. Bisogna però dire che molto dipende dalle condizioni fisiche dei giocatori: da qualche settimana non siamo al top con alcuni uomini chiave. Conquistando tanti punti all'inizio del campionato abbiamo fatto alzare le aspettative ma io non mi tiro indietro: siamo ancora in costruzione e l’età media è molto giovane, a questi livelli conta anche l’esperienza”.

SASSUOLO-UDINESE 0-0: NUMERI E STATISTICHE

Vedi tutte le news di Sassuolo

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti

In edicola