Tennis

Vedi Tutte
Tennis

Tennis, Australian Open, l'Italia non va. Avanti Nadal e Federer

© Ansa

Fuori Seppi, Knapp e Giorgi nel primo Slam della stagione. Fra gli azzurri restano in corsa solo Fognini e Pennetta. I big mondiali vanno tutti avanti

 

giovedì 16 gennaio 2014 17:09

ROMA - Meteo protagonista, con caldo torrido e pioggia, agli Open d'Australia, in una giornata infausta per gli azzurri - eliminati Andreas Seppi, Karin Knapp e Camila Giorgi - e facile in genere per i big, tra cui Rafa Nadal, Roger Federer e la campionessa in carica, Victoria Azarenka. Con un picco di 44 gradi, la cappa d'afa, più opprimente che nei giorni scorsi, e la pioggia caduta in serata hanno costretto gli organizzatori a chiudere il tetto sui due campi che ne sono provvisti ed a sospendere due volte (per 3-4 ore la prima, un'ora e mezzo la seconda) i match. L'uscita di scena di Seppi, Knapp e Giorgi fa sì che, dei nove al via, solo due tennisti - Fabio Fognini e Flavia Pennetta, in campo domani - rappresentino l'Italia nel terzo turno del primo torneo del Grande Slam della stagione. Dolorosa, e più immeritata delle altre, soprattutto, l' eliminazione della 26enne altoatesina, numero 44 del ranking, sconfitta per 6-3, 4-6, 10-8, dopo tre ore e mezzo di battaglia all'ultimo punto, dalla numero 3 del mondo, la russa Maria Sharapova. Prossima avversaria della 27enne siberiana, a Melbourne vincitrice nel 2008 e finalista nel 2007 e 2012, sarà la francese Alizé Cornet, n. 25 mondiale, che ha superato proprio l'altra azzurra in gara.

Nella terza frazione, la Giorgi, n. 99, si è portata sul 4-1, ma, tormentata anche dai crampi, ha permesso all'avversaria di recuperare: 6-3, 4-6, 6-4, il punteggio che decreta l'eliminazione della 22enne marchigiana. E fuori anche Seppi, numero 25 mondiale, al quale stavolta il quinto set, di cui è un 'habitué', è stato fatale. Al termine di un match combattutissimo, interrotto dopo il quarto set per oltre quattr'ore per il caldo, l'americano Donald Young, n. 91, si è imposto per 6-4, 2-6, 6-3, 4-6, 7-5. Nella quinta frazione il 29enne altoatesino non ha saputo sfruttare alcune palle break e ha commesso tre doppi falli sul 4-4. Sul 5-5, il mancino Young, di cinque anni più giovane, gli ha strappato il servizio ed è volato verso la vittoria.

Sorridono, invece, le azzurre del doppio: eliminate lunedì all'esordio in singolare, Sara Errani e Roberta Vinci, coppia n. 1 del mondo, hanno superato il primo turno battendo per 7-5 6-2 la tedesca Mona Barthel e l'americana Megan Moulton-Levy.

Tra i big, approdano al terzo turno Rafa Nadal, numero 1 mondiale (6-2, 6-4, 6-2 all'australiano Thanasi Kokkinakis); lo scozzese Andy Murray, n. 4 (6-2, 6-2, 7-5 al francese Vincent Millot); lo svizzero Roger Federer, n. 6 (6-2, 6-1, 7-6/4 allo sloveno Blaz Kavcic). Unica sorpresa, l'eliminazione dell'argentino Juan Martin Del Potro, n. 5, sconfitto dallo spagnolo Roberto Bautista, n. 62, per 4-6, 6-3, 5-7, 6-4, 7-5. Tra le donne, oltre alla Sharapova, bene la bielorussa Azarenka, n. 2 (6-1, 6-4 alla ceca Barbora Zahlavova Strycova); e la polacca Agnieszka Radwanska, n. 5 (6-0, 7-5 alla bielorussa Olga Govortsova). Domani, meteo permettendo, tocca a Fognini e alla Pennetta. Il 26enne ligure, con il numero 16 primo azzurro del mondo, trova l'americano Sam Querrey, n. 51; la 31enne brindisina, n. 29, incrocia la tedesca Mona Barthel, n. 39. 

Per Approfondire