Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Volley

Vedi Tutte
Volley

Roma Volley, nuovo presidente e progetto ambizioso

Roma Volley, nuovo presidente e progetto ambizioso

Riparte dalla B2 maschile un nuovo progetto di volley nella capitale: il presidente Andrea Montemurro si presenta

 

martedì 8 settembre 2015 10:44

ROMA - Finalmente dopo anni di ombra forzata torna a splendere la gloriosa Roma Volley. Quella che fu la Roma Volley (poi Piaggio Roma Volley) campione d’Italia alla fine degli anni ’90, rivive adesso grazie all'entusiasmo e alla determinazione del nuovo presidente Andrea Montemurro, 36 anni, imprenditore nel settore del marketing e della comunicazione con tanta voglia di fare bene. Dopo essere stato presidente della Lazio Calcio a 5 e aver vinto una coppa Italia nel 2011, Montemurro conferma la sua passione per lo sport e prova un’altra impresa: rilanciare la pallavolo a Roma per portarla a tornare grande. Rilevato il titolo dell’Arvalia, Montemurro dà così il via al nuovo corso della Roma Volley. Si ricomincia dalla serie B2 maschile, con un main sponsor nuovo (Station Service srl), con un piano che prevede la scalata verso le categorie superiori in tempi rapidissimi. Ad affiancare il presidente Montemurro, il direttore generale Antonello Barani. 

"ABBIAMO PROGETTI AMBIZIOSI" - Proprio dalle parole del presidente è facile intuire la volontà di un progetto importante su scala futura: "Per noi tutti è un obbligo morale cercare di restituire alla città di Roma e a tutti gli appassionati di Volley una squadra che riesca negli anni a competere ai vertici del panorama nazionale, riportando la pallavolo della capitale ai massimi livelli. Oltre ad un rilancio in grande stile della prima squadra, si cercherà anche di costruire un progetto incentrato sulle scuole e sui settori giovanili, creando un vero polo di eccellenza dove i giovani possano vivere lo sport nel modo più adeguato, creando diversi poli e centri di allenamento su tutta Roma e non solo. Vogliamo costruire un progetto valido di attività agonistica ma anche di aggregazione, che conduca famiglie e appassionati a vivere attivamente il Volley come una grande festa da condividere con serenità."

Il nome Roma Volley e il logo, identico a quello della squadra di calcio, sono tratti distintivi e che comportano non solo una maggiore riconoscibilità ma anche qualche responsabilità in più… o no? "Portare il marchio Roma – risponde il presidente Andrea Montemurro -, diviene sinonimo di impegno , serietà e organizzazione. Personalmente sto lavorando al progetto tutti i giorni insieme al direttore generale Antonello Barani , non conosciamo altra strada per raggiungere gli obiettivi prefissati che non sia quella del lavoro quotidiano e della dedizione massima". 

Si riparte dal girone F della serie B2: la Roma Volley se la vedrà con avversarie come Sabaudia, Civitavecchia, Pomezia, Monteporzio, Iglesias, Sassari, Oristano, Olbia, Marino, Aeronautica Militare, Virtus Roma, Fenice e LifeCommunity: debutto in casa, a Roma, presso l'impianto di via Aldo Fabrizi il 18 ottobre alle 16,00 contro il Sassari. Con un'idea fissa in testa: vincere.

Per Approfondire

Commenti