Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Volley: 300 bambini alla Farnesina per la XVII edizione di Amorvolley
© Lazio Pallavolo
Volley
0

Volley: 300 bambini alla Farnesina per la XVII edizione di Amorvolley

La manifestazione ha onorato la memoria di Giorgio D'Arpino, il presidente della Lazio Pallavolo recentemente scomparso, che l'ha ideata

ROMA- E’ stata una mattinata di sport indimenticabile, che ha riempito di voci e di colori lo Stadio della Farnesina di Roma. Oltre 300 bambini delle scuole romane, in compagnia dei loro professori, hanno riempito i campi allestiti sul verde prato dell’impianto sportivo sin dalle 9.30 del mattino e per oltre tre ore hanno giocato a S3, sotto gli attenti occhi di tecnici e giocatori della Lazio pallavolo, in occasione della XVII edizione di Amorvolley, la manifestazione ideata dal presidente della Lazio Pallavolo Giorgio D’Arpino, recentemente scomparso, diventato un tradizionale appuntamento della pallavolo giovanile romana.
Al fianco degli organizzatori tanti ospiti hanno voluto onorare con la loro presenza e partecipazione il vulcanico Giorgio.
Fra i tanti ospiti che si sono succeduti nell’arco della giornata all’interno dello Stadio della Farnesina Emmanuele Emanuele, Presidente della Fondazione Terzo Pilastro che ha contribuito fattivamente alla realizzazione della manifestazione e al quale Chiara D’Arpino ha consegnato una targa ricordo dell’evento; Roberto Tavani, in rappresentanza del Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti; il Presidente della SS Lazio Polisportiva Antonio Buccioni; il Presidente del Coni Lazio Riccardo Viola; il Presidente della Fipav Roma Claudio Martinelli; il vice Presidente della Fipav Lazio Fabio Camilli; il consigliere della Fivav Roma Paola Camilletti; Stefano Pantano campione mondiale di scherma e grande amico di Giorgio D’Arpino; il Professor Roberto Verna.
Gli stessi ospiti si sono improvvisati pallavolisti mettendo in scena sul campo il tradizionale Derby della Solidarietà.
Fra le tante iniziative c’è stato il ricordo di Anna Tina Mirra, la giornalista che per anni è stata l’addetto stampa della SS Lazio Polisportiva, alla quale da due anni Amorvolley dedica un momento speciale.
« E’ stata una giornata fantastica- ha dichiarato commossa Chiara D’Arpino che ha preso in mano le redini organizzative della manifestazione- papà da lassù ci ha dato una mano facendoci giocare senza una goccia di pioggia. Siamo orgogliosi che tanti bambini abbiano giocato in suo nome e che tutto si sia svolto per il meglio. Ringrazio chi ci ha sostenuto e permesso di realizzare ancora Amorvolley. Devo fare un plauso a tecnici, dirigenti, giocatori che hanno dato il loro grande contributo a far si che Amorvolley avesse il successo che ha avuto oggi. Ci impegneremo a portare avanti questa manifestazione anche nei prossimi anni, arricchendola, se possibile di altre novità ed allargando la partecipazione ad un numero sempre più grande di bambini ».
 
Vedi tutte le news di Volley

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti