Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Volley: Superlega, Milano ha ufficializzato Luka Basic
SuperLega
0

Volley: Superlega, Milano ha ufficializzato Luka Basic

Il francese di origini bosniache, figlio d'arte, completa il reparto dei posto 4 a disposizione di Giani che già comprende Clevenot, Maar e Gironi

MILANO- Chiude il reparto degli schiacciatori la Revivre Axopower Milano: la società del presidente Fusaro è infatti lieta di ufficializzare l’arrivo in maglia biancoblu di Luka Basic, atleta francese classe 1995. Giocatore dotato di un fisico statutario, Milano si è assicurata un prospetto interessante che potrà crescere sotto gli occhi attenti del tecnico Andrea Giani.

201 centimetri di pura qualità, Luka Basic è figlio d’arte: il padre Veljko, attuale allenatore del Fenerbahce e della nazionale del Montenegro, ha giocato più di 200 volte con la maglia della Jugoslavia. La pallavolo nel sangue, anche grazie alla madre, pure lei giocatrice di volley: non poteva scegliere sport diverso Luka, che ha iniziato a giocare a pallavolo all’età di 6 anni, senza provare nessun’altra disciplina sportiva. Ed è proprio in terra francese che il nuovo acquisto milanese muove i primi passi sul campo, crescendo nel centro di formazione francese CREPS di Montpellier, prima di fare il suo esordio con l’AS Cannes. Due anni nella regione Paca, dal 2014 al 2016, poi il passaggio per altre due stagioni al club Spacer’s Toulouse Volley, dove lo scorso anno, nella LNV, la lega nazionale francese, Basic ha chiuso con 256 punti, 28 muri e 15 ace in 22 partite giocate. Numeri importanti che dimostrano le qualità del francese: forte in attacco, braccio potente e concreto a muro. Ora la chiamata in Italia, con la maglia di Milano, dove, con Clevenot, Maar e Gironi, completa un reparto schiacciatori tutto nuovo per il tecnico Andrea Giani.

LE PAROLE DI LUKA BASIC-

« È stato tutto chiaro fin dall’inizio, ho nei miei geni la pallavolo e sono felice di aver scelto questo sport. I miei genitori sono nati in Bosnia-Erzegovina, ma io sono nato a Rennes, in Francia. Volevo giocare in Italia e quando ho ricevuto l’offerta della Revivre ho subito detto di sì perché sapevo che Milano è un club ben organizzato e serio con un grande progetto per il futuro e la prossima stagione. Sono davvero entusiasta e non vedo l’ora di iniziare! Mi piace molto la squadra e credo che possiamo fare un ottimo percorso la prossima stagione. Giani? Lavorare con un tecnico così sarà molto interessante per me perché ho sentito solo cose positive su di lui. E lo ha dimostrato durante la sua carriera sia da giocatore sia da allenatore. Lui è una leggenda della pallavolo. Sono molto motivato per fare del mio meglio e dare il mio contributo per questo progetto e per questa società ».

LE PAROLE ANDREA GIANI-

« Luka è un ragazzo giovane e molto interessante. Se riusciamo a lavorarci bene, potrà diventare un giocatore di prima fascia. È un attaccante sicuramente giovane, che può tornarci utile nel corso dei match di questa stagione che ci aspetta. Lui può mettere a disposizione della nostra squadra il grande potenziale che gli appartiene: sta a noi saperlo sfruttare e saperlo coltivare ».

Vedi tutte le news di SuperLega

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti