Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Volley: A2 Femminile, Orvieto ha scelto Prandi in cabina di regia
© Zambelli Orvieto
altro
0

Volley: A2 Femminile, Orvieto ha scelto Prandi in cabina di regia

La palleggiatrice nata a Mirandola ventiquattro anni fa, lascia Brescia dopo due anni e una promozione in A1 per approdare in Umbria

ORVIETO (PERUGIA)- Il mese di giugno segna il primo nuovo acquisto per la Zambelli Orvieto che si sta organizzando per allestire l’organico della prossima serie A2 femminile, campionato che sarà affrontato per la seconda volta.

Le scelte fatte dalla dirigenza gialloverde sono oculate ed ogni passo viene accompagnato da approfondite riflessioni perché muoversi sul mercato non è semplice nella sua fase iniziale e la volontà è quella di provare a migliorarsi. Per impostare la nuova squadra il club rupestre ha siglato l’accordo con la regista Vittoria Prandi.

LA CARRIERA-

Nata il Mirandola 4 novembre 1994 ed alta 180 cm. l’alzatrice vanta già tanta esperienza di alto livello, ad appena diciassette anni è protagonista nella serie A1 con la maglia di Busto Arsizio, nel 2013 passa a Modena, poi una breve apparizione con il Club Italia e Pavia in serie A2, per tornare nella massima categoria nazionale nel 2015 con Vicenza, gli ultimi due anni ha difeso i colori del Brescia in A2 con cui poche settimane fa ha vinto il campionato e conquistato la promozione.

LE PAROLE DI VITTORIA PRANDI-

« Orvieto ha disputato un buon campionato nella stagione appena conclusa; ci sono le premesse per fare altrettanto, con l’impegno di puntare più in alto per la prossima. L’approccio finora avuto con la dirigenza è stato molto cordiale e serio, premessa fondamentale per impostare un buon lavoro».

Nei giorni scorsi la giocatrice emiliana è stata ospite nell’affascinante sede della Agricola Zambelli per mettere la firma sul contratto ed ha espresso le motivazioni della scelta fatta e le sue personali aspettative per il futuro.

« Con questa società ambiziosa sono pronta ad affrontare una nuova sfida; tutte le premesse per disputare un bel campionato ci sono. Sono sicura di poter crescere, sia come persona sia soprattutto come giocatrice. Non vedo l’ora di conoscere al più presto le compagne di squadra e di trovare il miglior affiatamento nel gioco; mi impegnerò anche in tutte le attività collaterali al gioco e prometto di dare il meglio di me stessa. Orvieto chiamandomi ha dimostrato di riporre fiducia in me; io desidero contraccambiare con dei risultati, contribuendo a creare e mantenere un costante lavoro di squadra. La pallavolo è impegno individuale, ma anche impegno a fare squadra e dare soddisfazione alla dirigenza, ai tifosi, alla città. Sono molto fiduciosa per questa nuova avventura ».

Vedi tutte le news di A2 femminile

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti