Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Volley: A2 Femminile:Stavnetchei, una brasiliana per Orvieto
A2 femminile
0

Volley: A2 Femminile:Stavnetchei, una brasiliana per Orvieto

La prima straniera della storia del club umbro proviene dal campionato universitario statunitense dove giocava nella squadra del Georgia Institute of Technology di Atlanta

ORVIETO (TERNI)- Primo acquisto straniero della sua storia per la Zambelli Orvieto. In arrivo in Umbria la brasiliana Gabriela Stavnetchei, una giocatrice esordiente nel campionato italiano che ha i colori gialloverdi nel proprio dna. Nata a Curitiba il 1° luglio 1996, è alta 178 cm. e negli ultimi quattro anni ha militato nel campionato universitario statunitense vestendo la maglia della Georgia Institute of Technology di Atlanta dove nello scorso mese di maggio si è laureata in economia internazionale. L’accordo è stato siglato tramite Elite Volley Agency. Nonostante la sua giovane età, la giocatrice vanta già una discreta esperienza e conosce bene il panorama internazionale della pallavolo.

LE PAROLE DI GABRIELA STAVNETCHEI-

« La mia prima impressione della Zambelli Orvieto è che ha un obiettivo molto chiaro per la prossima stagione e farà di tutto per raggiungerlo, questo mi motiva molto. Dai primi contatti con la dirigenza ho già sentito una sintonia immediata con la squadra e con coloro che ci lavorano. Tutti sono molto attenti e molto ricettivi e sono molto grata a loro. Parlando con coach Solforati ho avuto l’opportunità di imparare un po’ di più sulla squadra, sul campionato che si è chiuso con la semifinale dei play-off, e sulla coppa Italia che è un altro degli obiettivi. Sono fiduciosa che la stagione ventura sarà ancora migliore della precedente. Il campionato italiano è uno dei più forti al mondo, avere l’opportunità di prendervi parte è molto gratificante e certamente è il sogno di molti atleti. Il campionato è lungo ed assai equilibrato, il che richiede molta concentrazione, determinazione e grinta. È anche molto competitivo, sarà pertanto necessario prestare attenzione ad ogni aspetto poiché tutti saranno di grande importanza. Sono molto entusiasta di unirmi alla famiglia Az e di giocare in un campionato che è famoso in tutto il mondo. Non vedo l’ora di arrivare in Italia per lavorare con il team e realizzare grandi cose insieme. La prima ragione per cui ho scelto l’Italia è stata sicuramente la squadra di Orvieto. Come ho detto, sin dal primo contatto sono stata accolta molto bene e c’è stata un’intesa immediata con tutti quelli che lavorano per il club, mi hanno fatto sentire a casa. Giocare a pallavolo ad alto livello come è possibile fare nel campionato italiano è un sogno, e ciò, insieme agli obiettivi della squadra per la prossima stagione, sono ragioni più che sufficienti per avermi spinto a trasferirmi in Italia. Un altro motivo è che ho sentito cose meravigliose sull’Italia e la sua cultura è straordinaria. Sono abituata all’affetto e alla passione delle persone intorno a me, ho già capito che gli italiani ne hanno tanta. Penso che mi adatterò molto bene nel paese e nella nuova formazione. Sono pronta a lavorare duro e ad aiutare il team a raggiungere gli obiettivi del prossimo anno».

Vedi tutte le news di A2 femminile

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti