Doping, Fabio Pigozzi è il nuovo presidente di Nado Italia

Il nome del rettore dell'Ateneo Foro Italico di Roma è stato scelto dal ministro della Salute, il Sottosegretario allo sport Valentina Vezzali ed il Coni
Doping, Fabio Pigozzi è il nuovo presidente di Nado Italia
TagsDopingFabio PigozziNado Italia

Il professor Fabio Pigozzi è il nuovo presidente di Nado Italia, l'ente chiamato a gestire l'antidoping. Succede al generale Leonardo Gallitelli che ha guidato la struttura dal settembre del 2015. Il nome del presidente della Federazione Internazionale di Medicina dello Sport e già rettore dell'Ateneo Foro Italico di Roma è stato individuato d'intesa tra il ministro della Salute, il Sottosegretario allo sport Valentina Vezzali ed il Coni.

Pigozzi: "Orgoglioso dell'incarico ricevuto"

"Sono orgoglioso dell'incarico ricevuto - afferma Pigozzi -. Ho sempre considerato l'antidoping, i suoi principi e la scienza che lo accompagna, come una linea di demarcazione invalicabile del mondo dello sport". Quindi i ringraziamenti al ministro Roberto Speranza "per avere creduto in questa scelta", alla sottosegretaria Valentina Vezzali "per avermi voluto alla guida di una struttura di cui conosce bene lavoro e delicatezza del compito" ed al presidente del Coni Giovanni Malagò "per la stima dimostratami con questa opportunità". "La protezione della salute e la garanzia dell'etica medica, nonché la tutela dell'autenticità della competizione sportiva, sia che si tratti di un atleta professionista che di un amatore, sono dogmi che non prevedono eccezioni. E saranno i punti cardine del mio lavoro" afferma ancora il nuovo n.1 di Nado Italia. "Ringrazio infine il generale Leonardo Gallitelli, con cui ho avuto l'onore di collaborare negli ultimi tre anni - conclude - per gli straordinari risultati raggiunti da Nado Italia sotto la sua guida".

Corriere dello Sport - Stadio

Abbonati all'edizione digitale del Corriere dello Sport!

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti