Padel, da Nord a Sud è boom di prenotazioni campi

In Abruzzo, Sicilia e Sardegna il tasso più alto
Padel, da Nord a Sud è boom di prenotazioni campi© EPA
2 min

ROMA - Prenotare un campo da padel sta diventando una vera impresa. Complice il boom esponenziale di questo sport e la limitazione imposta dal Governo alla pratica di tante discipline sportive, così come la chiusura di palestre e psicine, i campi da Padel hanno avuto da un mese a questa parte un sold out clamoroso. 

La sospensione di diverse attività sportive ha avuto infatti come conseguenza la scoperta di questo gioco da parte di moolti sportivi che fino a qualche mese fa praticavano altro. Un avvicinamento che ha fatto scoccare la scintilla a molti giocatori: da quando sono entrati per la prima volta su un campo di padel, non ne sono più usciti. Un segnale ulteriore di come questo sport abbia un potere magico e non è un caso che risulta, come già dichiarato da diversi esponenti istituzionali, quello con il tasso di crescita più alto. Tornando alla realtà quotidiana, ci sono centri sportivi che prendono prenotazioni a una settimana di distanza perchè tutti pieni, con la copertura di fasce orarie tradizionalmente più complicate nel periodo autunno-inverno. Come hanno riportato "Mr Padel Paddle" e "Prenota Un Campo", si è registrato un boom di prenotazioni nel Meridione con +77% mentre nel Centro Italia un +17%. Più difficile la situazione legata al Nord Italia per le limitazioni imposte dal DPCM ai campi indoor e la presenza di più zone rosse/arancioni che hanno contenuto la presenza di giocatori amatori nei campi di padel. Abruzzo, Sicilia e Sardegna hanno registrato il tasso più alto di prenotazioni, ma che il padel sia ormai una realtà consolidata nel nostro Paese è un dato di fatto. Anche nella città che detiene il primato per quanto riguarda il numero di campi e strutture sportive, Roma, trovare un campo a ridosso di pochi giorni è diventata impresa da "Mission  Impossible".

Padel, uno sport per tutti

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti