Terre di Siena Ultramarathon, 50km tra vento e neve

Il freddo non ferma gli ultramaratoneti del Terre di Siena: oltre 1600 partecipanti sfidano il maltempo
Terre di Siena Ultramarathon, 50km tra vento e neve
Tagsterredisienaultramarathon

SIENA - Nulla ha potuto il maltempo di fronte alla forza di volontà degli ultramaratoneti che questa mattina hanno sfidato neve  e vento freddo pur di appendere al collo la medaglia della quinta edizione del Terre di Siena Ultramarathon. Oltre milleseicento sono stati gli atleti dei tre percorsi competitivi di 50,32 e 18 km, rispettivamente partiti da San Gimignano, Colle val d’Elsa e Monteriggioni, e arrivati al traguardo allestito in piazza del Campo a Siena, reso ancora più suggestivo dalla copiosa nevicata, sempre più incessante con il passare delle ore.

Sul gradino più alto della distanza dei 50 km è salito David Colgan della Podistica Ozzanese che ha chiuso la gara partita da San Gimignano in 3h34’14”. Lo hanno seguito Davide Ansaldo della BergTeam A.s.d. in 3h 37’46” e Gionata Tesi dell’Atletica Signa in 3 h 39’48”.

Elisa Zannoni dell’Atletica 85 Faenza è stata la prima assoluta della distanza più lunga con un tempo finale di 4h 00’46”, seguita da Klodiana Latifi del Passo Capponi Asd in 4h 15’ 26” e da Daniela De Stefano dell’Asd in 4h 15’ 47”.

“Il percorso è stato molto duro, anche per le difficili condizioni del tempo, negli ultimi chilometri in salita mi sembrava di essere già arrivato e invece mancava ancora molta strada” - ha dichiarato il vincitore David Colgan, appassionato triathleta e per la prima volta al Terre di Siena – “il paesaggio e l’arrivo in piazza del Campo comunque mi hanno ripagato da ogni sforzo”.

Tra i podisti impegnati lungo il percorso di 18 km anche il sindaco di Siena Bruno Valentini, arrivato al traguardo dopo 1h41’01”, l’assessore allo Sport Leonardo Tafani, dopo 1h52’31”, e l’assessore alle Politiche per il turismo di Siena Sonia Pallai, dopo 1h52’31”.

 

Grande la soddisfazione di Simone Pacciani, presidente del comitato Uisp di Siena: “La macchina organizzativa ha retto molto bene, nei giorni scorsi eravamo molto preoccupati per le previsioni meteo ma ci siamo preparati per tempo per affrontare ogni eventualità. Ringrazio di cuore tutti i volontari, la Protezione Civile e l’assistenza sanitaria che ci hanno supportato nell’organizzazione della gara. Quest’anno, come comitato organizzatore abbiamo anche voluto lanciare un messaggio preciso contro la violenza sulle donne, con lo slogan contro il femminicidio applicato su ogni pettorale: per noi come Uisp è il segno che lo sport può essere un grande strumento di sensibilizzazione sociale, oltre che un momento di condivisione e di divertimento”.

 

Un certo successo hanno riscosso anche le tre iniziative di trekking urbano, svoltesi tra sabato 24 e domenica 25 alla scoperta della via Francigena, delle fonti della Siena medievale e dei sapori tipici del territorio. Tanti sono stati infatti i podisti e gli accompagnatori che hanno così potuto degustare i prodotti dell’enogastronomia senese approfittando anche del mercatino allestito a partire da sabato in piazza del Campo, a ridosso dell’Expo della gara.

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti