Da Napoli City Half Marathon alle Olimpiadi, c’è Sofiia Yaremchuk

Domenica 25 febbraio la 10^ Napoli City Half Marathon: qualità, successo, ambiente, solidarietà e legalità. Oltre 6mila runner, crescono donne e stranieri
Da Napoli City Half Marathon alle Olimpiadi, c’è Sofiia Yaremchuk
6 min

NAPOLI – L’Antisala dei Baroni del Maschio Angioino è stata la prestigiosa sede della presentazione 10^ Napoli City Half Marathon, manifestazione podistica organizzata da Napoli Running per domenica 25 febbraio 2024. L’evento è realizzato su percorso omologato Fidal ed è insignito della prestigiosa Label della World Athletics e dalla 5 stelle Quality Award della European Athletics.

Il clima è maturo per perseguire obiettivi futuri che ben si sposano con l’elezione di Napoli Capitale Europea dello Sport 2026, comincia quindi da qui questo cammino, da una Napoli City Half Marathon che si presenta tra lo sventolio delle tante decine di bandiere che saranno al via, dal prosieguo dell’impegno di Napoli Running per la città, attraverso i charity program, e per l’ambiente, attraverso la collaborazione con l’associazionismo locale, dalla promessa di offrire ai runner una manifestazione dall’alta qualità organizzativa e carica di emozione.

LE GARE – Che si tratterà di una festa lo dimostra l’entusiasmo con cui migliaia di runner da tutto il mondo si sono già iscritti all’evento, una conferma di apprezzamento che negli anni ha assunto anche un trend di crescita relativamente alla partecipazione straniera e che fa prevedere di toccare quota 6mila iscritti. Con il 70% di presenze da fuori regione, ed il 40% proveniente dall’estero, Napoli City Half Marathon si attesta come un appuntamento imperdibile, da mettere in calendario il prima possibile.

Tutti campioni, non solo della mezza maratona, al via anche podisti per la STAFFETTA X 2 a carattere non agonistico, due frazioni, 10km + 11,097 km, per condividere la festa con la propria metà o con gli amici.

Festa dell’inclusione, promozione della cultura dello sport come strumento di benessere psico-fisico e sociale, tutto questo è la Family Run&Friends di sabato 24 febbraio, aperta a tutti, da 0 a 99 anni, senza certificato medico, un’opportunità per fare del bene grazie ai charity program associati. Cresce anche il numero delle donne sempre più appassionate a questa manifestazione.

Con queste premesse, sarà al via dell’evento la fondista italiana di origine ucraina Sofiia Yaremchuk (CS Esercito), neoprimatista italiana di maratona grazie all’eccellente prestazione a Valencia 2023, quando ha fermato il cronometro a 2h23:16, limando di 28 secondi quello precedente appartenente a Valeria Straneo. Già campionessa italiana in carica di mezza maratona, Sofiia si è avvicinata al primato italiano di mezza maratona di Nadia Ejjafini di 1h08:27 quando all’ultima edizione della RomaOstia HM (Type B) ha concluso le sue fatiche in 1h08:49. Nel suo palmares anche i titoli di campionessa nazionale italiana 10 km su strada 2021 e 2022 e l’undicesimo posto ai Campionati del Mondo di specialità nel 2023. Sofiia è già stata grande protagonista della NCHM dove nel 2022 è salita sul terzo gradino del podio completando le sue fatiche in 1h10:11 e dove ha potuto apprezzare l’alta qualità organizzativa dell’evento, la velocità del percorso, il clima perfetto e la grande accoglienza. Proprio dalla NCHM partirà, dunque, il percorso di avvicinamento alla maratona olimpica di Parigi 2024 per la quale Sofiia ha già ottenuto il pass.

Il saluto di Sofiia Yaremchuk agli amici di Napoli City Half Marathon: “Sono contenta di tornare dopo due anni ancora alla Napoli City Hlaf Marathon dove ho splendidi ricordi. E’ una gara molto veloce e dall’elevato standard organizzativo a cui si aggiunge grande tifo. Sono certa che correrò al meglio perché per me è il rientro alle competizioni dopo un mese passato in Kenya in altura.”

Ha partecipato mandando un messaggio Stefano Mei, Presidente Fidal Nazionale: “Sono con gli amici di Napoli Running e Carlo Capalbo con il cuore, ogni volta che c’è una manifestazione di interesse nazionale e vorrei esserci sia nelle fasi di avvicinamento che durante lo svolgimento dell’evento. La mia assenza è legata al fatto che dovrò partire per Glasgow dove andrò a depositare la domanda di candidatura per Roma ai Campionati Mondiali. Il contatto costante con gli organizzatori, con l’amministrazione che è molto partecipe di questo evento ed i numeri di gara sono assolutamente in linea con la perfetta riuscita dell’evento. Non mi resta che fare il mio in bocca al lupo a tutti.”

La soddisfazione di Carlo Capalbo, Presidente Napoli Running: "Napoli Running è una realtà ormai rispettata per la competenza in tutto il mondo. A due settimane e mezzo dall'evento abbiamo una aspettativa di seimila atleti da 63 paesi differenti con 2500 stranieri. Un grande evento anche nei numeri. Si calcola che saranno 9.300 i posti letto necessari per ospitare runner e accompagnatori. Puntiamo a una grande gara al femminile con la presenza di Sofiia Yaremchuk che ha scelto Napoli per dare il via al suo percorso olimpico. Sinonimo di una gara che le piace, la protegge e le garantisce ottima organizzazione" e la sicurezza di Emanuela Ferrante, Assessore allo Sport del Comune di Napoli: “Se Napoli ha vinto la candidatura di Capitale Europea dello sport è per questa sua capacità di fare sinergia e appassionarsi a ciò che accade. In tanti anni non si è mai verificato tanto fermento sportivo e la Napoli City Half Marathon rappresenta un fiore all'occhiello partito con gli anni del Covid e con lo scetticismo delle altre città che hanno cancellato la manifestazione. Noi no."


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti