84^ CETILAR Run Notturna di San Giovanni vincono Niyomukiza e Mukandanga

Circa in 1500 al via da Piazza Duomo a Firenze, l'ugandese Niyomukiza ha fatto il bis
84^ CETILAR Run Notturna di San Giovanni vincono Niyomukiza e Mukandanga
5 min

Sono stati circa 1500 al via della 84esima CETILAR Run Notturna di San Giovanni, la seconda corsa podistica più antica d’Italia, con partenza e arrivo da Piazza Duomo a Firenze sulla distanza di 9,9 km (in tanti, anche bambini e ragazzi, per la non competitiva di 4 km) con percorso completamente nel centro storico di Firenze.

L’evento è organizzato da Firenze Marathon in collaborazione con Atletica Firenze Marathon e il patrocinio di Comune di Firenze, Coni e Fidal, evento caratterizzato ancora una volta dalla partnership con l’azienda toscana Pharmanutra ed il marchio Cetilar.

Il via è stato dato da Cosimo Guccione, Assessore allo Sport del Comune di Firenze, presenti anche Claudio Bini, Presidente della Società San Giovanni Battista, il presidente di Firenze Marathon, Giancarlo Romiti e tutto lo staff di Firenze Marathon.

Al maschile in 30’17” si conferma il giovane burundiano Jean Marie Vianney Niyomukiza, classe 1998 e tesserato per la Libertas Unicusano Livorno, vincitore anche nell’edizione passata per un grane bis. Al secondo posto Ayoub Bouras, vincitore della Guarda Firenze 2024, tesserato per il G.S. Maiano che ha chiuso in 30’35”. Sul gradino più basso del podio, e primo italiano, Vincenzo Grieco, tesserato per l’Atletica Castello ha terminato in 31’04. Dennis Bosire Kayaka del G.S. Orecchiella Garfagnana ha chiuso in quarta posizione in 32’16”, mentre Bedlu Valgimigli dell’Assi Giglio Rosso è arrivato quinto in 32’44”,

Concludendo la gara in 34’34” tra le donne vince la trentanovenne, ruandese classe 1985, Clementine Mukandanga, tesserata per il G.S. Orecchiella Garfagnana, diciottesima nella classifica assoluta. In seconda posizione la keniota tesserata per l’Atletica Castello, Emily Chepkomei Cheroben, chiudendo in 36’36”. La terza piazza, che parla italiano, è stata dell’atleta Marta Bernardi, triatleta tesserata per il G.S. Panche Castelquarto, concludendo in 37’07”. Quarta l’atleta tesserata per l’A.S.C.D Silvano Fedi, Mihaela Robu (37’45”), quinta Ioana Lucaci (G.S. Parco Alpi Apuane) in 38’04”.

Il podio delle società più numerose è stato composto da il G.S. Il Fiorino con 54 iscritti, al secondo posto dalla Polisportiva Ellera ASD con 33 iscritti. Terzo posto per l’ US Nave ASD con 24.

Claudio Bini, Presidente Società San Giovanni Battista: "Siamo orgogliosi della Notturna che vede la Società di San Giovanni Battista tra i fondatori, una corsa entrata nel cuore dei fiorentini. Ringrazio il presidente Giancarlo Romiti e la Firenze Marathon che assieme a Cetilar portano avanti la manifestazione che compie quest'anno 84 anni. La Società San Giovanni premia gli atleti che si sono distinti in questo immancabile appuntamento nel calendario dei festeggiamenti del Santo Patrono che culminano il 24 giugno. Il Corteo degli Omaggi, con l'Offerta dei Ceri e la consegna delle Croci, al mattino, all'ombra del Battistero e della Cattedrale di Santa Maria del Fiore e lo spettacolo serale sull'Arno, a partire dalle 21, con il concerto della Banda Musicale della Polizia di Stato e i Fochi, che illuminano e colorano tutta la città di Firenze"

A tutti i partecipanti è stata consegnata la maglia tecnica Joma (sponsor tecnico dell’evento) disegnata da Elena Panchetti, designer e social manager di Firenze Marathon, con una grafica che ripercorre tre dei monumenti più rappresentativi della città; Ponte Vecchio, la cupola di Santa Maria del Fiore e la Torre di Arnolfo di Palazzo Vecchio, che i runners hanno potuto ammirare lungo il percorso.

Come da tradizione presente con il proprio stand promozionale il corpo dell’Esercito Italiano in piazza San Giovanni; anche lo staff di Pharmanutra come sempre a disposizione, ha dispensato consigli tecnici e fornito il servizio massaggi.

Tra i partner presenti anche Game7Athletics per il supporto alle iscrizioni, Conad, San Benedetto ed Enervit per i ristori, mentre la Fulvio Massini Consulenti Sportivi ha curato il servizio e la consulenza tecnica per l’approccio alla gara.

L’evento si è svolto due giorni precedenti la Festa del Santo Patrono di Firenze, San Giovanni Battista, che ricorre il 24 giugno. La Società ha consegnato i trofei personalizzati al primo uomo e alla prima donna. Sono stati circa 300 i volontari di Firenze Marathon che hanno collaborato nella parte pre gara sia nel presidiare il percorso e assistere i podisti per l’intera durata della manifestazione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA