"Coronavirus, negli Stati Uniti è boom di alcolici: +55%"

Secondo i dati di Nielsen, i superalcolici come gin, tequila e mix per i cocktail sarebbero le bevande più vendute
"Coronavirus, negli Stati Uniti è boom di alcolici: +55%"© EPA
TagsCoronavirusStati Unitialcool

NEW YORK (Stati Uniti) - È boom di alcolici negli Usa durante l'emergenza Coronavirus. Secondo i dati di Nielsen, nella settimana terminata il 21 marzo, le vendite di bevande alcoliche sono aumentate del 55%. In particolare i superalcolici come gin, tequila e mix per i cocktail hanno registrato un +75% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Crescono anche i consumi di vino e birra, rispettivamente con un +66% e +42%. A New York i negozi di alcolici sono considerati attività essenziali dal governatore Andrew Cuomo e sono tra gli esercizi rimasti aperti. Tuttavia, le vendite online a livello nazionale sono aumentate del 243%, superando di gran lunga le vendite nei negozi. La vice presidente di Nielsen Danelle Kosmal è convinta che i tassi di crescita abbiano raggiunto il picco in quella settimana a causa degli ordini di rimanere a casa, che hanno spinto molti a fare scorta. Per questo, ritiene che i dati della settimana terminata il 28 marzo saranno un indicatore migliore della domanda.

Coronavirus, tutto il mondo vicino all'Italia
Guarda il video
Coronavirus, tutto il mondo vicino all'Italia

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti