Covid, l'urlo degli anestesisti: "La prossima settimana sarà un inferno"

Il presidente Alessandro Vergallo: "Le terapie intensive sono già sotto pressione e la prossima settimana prevediamo il raddoppio dei casi. La proposta di lockdown nazionale è a questo punto ragionevole"
Covid, l'urlo degli anestesisti: "La prossima settimana sarà un inferno"© ANSA
TagsCoronavirus

ROMA - Alessandro Vergallo, presidente dell'Associazione anestesisti rianimatori ospedalieri (Aaroi), prospetta ai microfoni dell'Ansa il prossimo scenario riguardo l'attuale situazione di coronavirus in Italia: "Ci attendiamo un raddoppio dei ricoveri ospedalieri e in terapia intensiva nella prossima settimana se il trend non muterà, ed in attesa degli eventuali benefici derivanti dalle misure dell'ultimo dpcm che potranno però evidenziarsi non prima di altri 10 giorni".

Coronavirus, le spettrali immagini di Roma deserta
Guarda la gallery
Coronavirus, le spettrali immagini di Roma deserta

Coronavirus, l'allarme degli anestesisti

L'analisi di Vergallo è proseguita: "Le terapie intensive sono già sotto pressione. A fronte di ciò e dell'assenza di una medicina territoriale, la proposta di lockdown nazionale è a questo punto ragionevole".

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti