Nba, Lakers ko: Suns in vetta a Ovest. Kings, settima sinfonia

Phoenix supera i gialloviola ancora privi di James e balza al comando della Western Conference. Fox trascina Sacramento, primo successo esterno per i Pistons. Ok anche i 76ers
Nba, Lakers ko: Suns in vetta a Ovest. Kings, settima sinfonia
3 min
Tagsphoenix sunsLos Angeles LakersNba

PHOENIX (USA) - Apoteosi Phoenix: i Suns balzano in testa alla Western Conference grazie al successo interno contro i Lakers. Al "Footprint Center", nonostante la settima gara di fila senza l'infortunato Chris Paul, i Suns piegano 115-105 i gialloviola con 50 punti complessivi del duo Bridges-Booker: la franchigia dell'Arizona mette così a segno l'ottava vittoria consecutiva, fra regular season e playoff, contro i rivali californiani. Ancora privi di LeBron James (out per la cinqua gara di fila) i Lakers interrompono la mini-striscia positiva che durava da tre partite, nonostante un ottimo Anthony Davis: 37 punti, 21 rimbalzi e 5 stoppate per il 29enne centro di Chicago. Restando a Ovest, prosegue l'ottimo momento di Sacramento: i californiani centro il loro settimo successo in altrettante uscite, stavolta ai danni di Memphis (113-109) con 32 punti di Fox e 26 di Barnes. Ai Grizzlies non basta il rientro del solito scoppiettante Morant (34 punti, 6 assist e 7 rimbalzi) che con la sua tripla a 5"3 dalla sirena aveva riaperto la gara (109-108) prima dei due liberi realizzati da Monk e gli errori dalla lunetta dello stesso Morant.

Nba, la Nike stoppa Irving: contratto sospeso e niente scarpe

Nba, primo successo esterno per i Pistons

Prima gioia esterna stagionale per Detroit: dopo sette sconfitte i Pistons espugnano la Ball Arena di Denver: 110-108 il finale. Protagonista del match è il croato Bojan Bogdanovic (22 punti e 9 decisivi rimbalzi) che trascina la franchigia del Michigan a una vittoria che mancava dall'8 novembre scorso (112-103 casalingo contro i Thunder). Guarito dal Covid, Nikola Jokic si ripresenta con 31 punti, 10 assist e 9 rimbalzi ma il suo contributo non è sufficiente a evitare la caduta dei suoi Nuggets. Vince anche Philadelphia che va oltre le pesanti assenze di Embiid e Harden e la spunta per 115-106 sui Nets dell'ex Simmons, accolto con sonori fischi dai suoi ex tifosi. Chiuderà con una doppia doppia da 11 punti e 11 assist, meglio di lui Irving (23 punti) e Durant (20 punti) mentre è Harris (24 punti) il migliore tra le fila dei Sixers.


Clicca qui per non perderti tutte le news ed i pronostici NBA

Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti