Basket, campionato a 18 squadre: c'è Torino

La Reale Mutua è stata individuata “come la società che ha totalizzato il punteggio più alto nel ranking” tra i club che aspiravano al salto di categoria

© Ciamillo

Niente retrocessioni e campionato 2020-21 a 18 squadre, con Torino a integrare l'organico. È questa la scelta fatta dall'assemblea della Legabasket in vista della prossima stagione, dopo la chiusura anticipata dal campionato decisa alla luce dell'emergenza Coronavirus. Alle attuali 17 società si aggiungerà dalla serie A2 il Basket Torino Reale Mutua, individuata come "la società che ha totalizzato il punteggio più alto nel ranking" fra i club che aspiravano al salto di categoria. "Lo stesso strumento sarà utilizzato qualora vi fossero ulteriori necessità di integrazione di organico", precisa ancora la LBA, dando il via libera a Torino perché possa iniziare il percorso verso l'iscrizione. Fermo restando che servirà la ratifica della Fip, il campionato di serie A 2020-21 ha anche una data di partenza: 27 settembre. Ma a fare da prologo ci sarà una Supercoppa Italiana formato extra-large, un po' per celebrare i 50 anni della Lega, un po' per dare un bel segnale di ripartenza. Il piano prevede la palla a due il 29 agosto, con sei gironi da tre squadre: avanzeranno le prime di ciascun gruppo e le due migliori seconde, poi quarti (12 e 13 settembre) e Final Four (19 e 20 settembre, sede da definire).

La Nba pronta a ripartire in due città a porte chiuse

Chi disputerà le Coppe

Per quanto riguarda l'ammissione alle coppe, detto che Milano sarà ancora impegnata in Eurolega, Virtus Bologna e Brescia prenderanno parte alla Eurocup mentre in Champions voleranno Fortitudo Bologna, Brindisi e Sassari. I club, infine, hanno anche approvato le linee guida per la commercializzazione dei diritti audiovisivi sul territorio italiano per le prossime stagioni, che saranno a breve inviate alle autorità competenti per la loro richiesta approvazione. Novità intanto in casa Reggiana: il patron Stefano Landi si dimette dalla carica di consigliere, al suo posto Alessandro Dalla Salda che ricoprirà anche l'incarico di amministratore delegato. (Italpress)

Da non perdere





Commenti