Corriere dello Sport

Calcio

Vedi Tutte
Calcio

Moviola, cartellini e rigore: Damato sbaglia tutto

Moviola, cartellini e rigore: Damato sbaglia tutto

Ecco tutti i casi da moviola di Torino-Roma e Inter-Genoa

Sullo stesso argomento

di Fabio Massimo Splendore

domenica 6 dicembre 2015 11:23

ROMA - Damato sbaglia tutto nella sfida Torino-Roma, finita 1-1. Sul risultato pesa il rigore che non c'era al 94' trasformato da Maxi Lopez. Ecco tutti i casi da moviola della sfida.

PRIMO TEMPO
16’- Pjanic su Acquah, l’intervento è da giallo e Damato sanziona.
28’ - Digne sulla sua fascia sinistra viene atterrato da Bruno Peres: l’ammonizione c’è, il brasiliano rischia molto perché fa un gesto di scherno al direttore di gara che lo grazia e va solo a redarguirlo.
33’ - Bovo con il piede a martello su Nainggolan: da... arancione.
36’ - Appiah subisce un fallo da giallo da parte di Digne (non sanzionato) e resta a terra dopo il brutto pestone. Florenzi parte dalla sua fascia per andare a dirgli di alzarsi. Il battibecco “frutta” una ammonizione per entrambi, ma prosegue con toni accesi anche dopo e i due rischiano.



SECONDO TEMPO
5’ - Bruno Peres entra in area giallorossa, contatto con Rudiger che tocca la palla con la mano ma lo fa un attimo dopo essere stato sbilanciato su un fianco dal brasiliano. E Damato fischia questo fallo avvenuto un attimo prima.
11’ - Nainggolan sorpreso da Belotti lo spinge sullo lancio: giusto il giallo.
12’ - Iturbe in fuga supera Vives, che sbaglia la marcatura, con un tocco sulla spalla che appare veniale o comunque “al limite”: Preti sbandiera, Damato fischia fallo.
13’ - Nainggolan rischia il secondo giallo toccando il piede d’appoggio di Belotti.
21’ - Nainggolan-Baselli: il granata entra in scivolata decisa, il belga sta calciando e non può fermarsi: nel contatto non c’è volontarietà. Punizione.
37’ - Bovo su Iturbe sarebbe da giallo: Damato dà solo punizione ma da lì scaturisce il gol partita di Pjanic. La posizione di De Rossi, è sul filo quando batte il bosniaco. Moretti sembra tenerlo in gioco e comunque il centrocampista giallorosso non interferisce nell’azione e sulla visuale di Padelli.
43’ - Rischia Glik, già ammonito, di gomito su Dzeko
48’ - Scorporiamo in due fasi distinte l’azione del rigore segnalato dall’arbitro d’area Fabbri, che dopo l’infelice direzione di Empoli-Lazio, induce in errore Damato in modo decisivo: c’è un primo tocco di Manolas nel tentativo di recuperare su Belotti, la scarpa destra del greco “pizzica” il tallone del granata che però nemmeno lo sente e rimette il piede a terra restando in perfetto equilibrio tanto da piter proseguire la sua azione d’attacco continua. E comincia quella che tecnicamente è considerata come una seconda azione: qui arriva l’entrata in scivolata su Belotti del difensore giallorosso, toccato peraltro a sua volta prima da Maxi Lopez che un po’ lo sbilancia. Manolas prende nettamente il pallone che va fuori e un attimo dopo c’è il contatto tra la sua gamba e il polpaccio di Belotti che provava a calciare in ritardo rispetto al tocco del greco. Damato assegna il rigore che non c’è: e, peggio, una volta che lo ha concesso, “dimentica” il rosso a Manolas per fallo su chiara occasione.

INTER-GENOA 1-0
Giacomelli arbitra bene, il guardalinee Di Fiore non convince nel secondo tempo.

PRIMO TEMPO
4’ Entrata dura di Palacio su Ansaldi: ci stava il giallo.
15’ Corpo a corpo tra Ansaldi e Jovetic a ridosso dell’area genoana: vede bene l’arbitro, non c’è fallo.
28’ Contatto proibito a terra tra Tino Costa e Medel. Tino Costa colpisce con una manata al volto l’avversario, che sceneggia un poì. Un cartellino per il genoano sarebbe stato giusto. Giallo che arriva un minuto dopo sempre per un fallo su Medel molto meno evidente del primo.

SECONDO TEMPO
14’ Dubbi sul gol dell’Inter. Ljajic si procura la punizione (c’è) e calcia verso la porta. Nessuno tocca il pallone, ma Murillo forse è in leggero fuorigioco. Poi probabilmente subisce fallo da rigore da Burdisso e per questo non arriva sulla traiettoria. Ma il suo movimento inganna leggermente Perin. Guardalinee Di Fiore.
17’ Il guardalinee Di Fiore nega il 2-0 all’Inter che sarebbe stato regolare. Sul passaggio filtrante di Jovetic, Ljajic è tenuto in gioco dalla linea difensiva del Genoa. Giacomelli fischia, poi Palacio mette in rete a gioco fermo. Era un’azione regolare però e con ogni probabilità si sarebbe tramutata in gol.
24’ D’Ambrosio frena una ripartenza di Ansaldi con un fallo tattico: giusta l’ammonizione.
41’ D’Ambrosio commette un altro fallo da ammonizione su Perotti e viene giustamente espulso per doppio giallo.
47’ Severa l’ammonizione per simulazione a Perotti: forse non era fallo ma neppure un tuffo.

Articoli correlati

Commenti