Superlega 2020: Inter, Juve e Milan posto fisso sicuro. Napoli quasi, Roma forse

A Monaco di Baviera, Agnelli e Rummenigge riparlano del progetto supercampionato europeo. Bayern, Real, Barcellona, City, United e Psg completano la sezione "a inviti"
Superlega 2020: Inter, Juve e Milan posto fisso sicuro. Napoli quasi, Roma forse© Getty Images
3 min
TagsSuperLegaJuventusInter

MONACO DI BAVIERA - Inter, Juventus e Milan sicuri di esserci. Napoli quasi, Roma forse. La Superlega delle italiane potrebbe essere così. Bayern-Juve offre l’occasione a Karl-Heinz Rumenigge e ad Andrea Agnelli di riparlare di un progetto che continua a macinare consensi fra i grandi club europei, facendo storcere il naso a chi, sulla carta, è destinato a rimanerne fuori e procurando serie proccupazioni alle società medio-piccole che, dalla milionaria torta del supercampionato europeo, riceveranno solo briciole. Se andrà loro bene.

Agnelli e Rummenigge si "sfidano" a Milano
Guarda la gallery
Agnelli e Rummenigge si "sfidano" a Milano

I PIÙ RICCHI - Bayern, Juve, ma anche Real, Barcellona, City, United e Psg: i soci fondatori della Superlega hanno le idee chiare. Squadre iscrivibili: da 36 a 48, però con il criterio della fattoria degli animali di orwelliana memoria: tutti sono uguali, però c’è qualcuno più uguale degli altri, alias i più ricchi e i più vittoriosi, tali da garantirsi un posto fisso a tavola. I campionato nazionali non sparirebbero, ma verrebbero ridotti a sedici squadre. La Champions League diventerebbe come l’Europa League.

L'INTERVISTA - «Con l’Uefa - ha raccontato Rummenigge all’Equipe - c’è un dibattito affinché le competizioni europee si evolvano. Oltre a Champions ed Europa League sarebbe forse utile, o anche indispensabile, crearne una terza, al di sopra della Champions. Ci sono tante idee, ma per il momento non è stata presa nessuna decisione. Sono aperto a un futuro campionato europeo. Sono un romantico, mi chiedo se non sarebbe utile aprirsi a nuove prospettive. Vanno valutati i pro e i contro». Ma il tedesco non vuole eliminare le competizioni nazionali: «Teoricamente un campionato europeo potrebbe danneggiarle, ma ci piacerebbe potessero continuare ad esistere. Si tratterebbe di un’evoluzione e non di una rivoluzione. È certo che dal 2010, due squadre dominano in Bundesliga: il Bayern e il Borussia Dortmund. Gli altri tornei? Juve e Napoli spiccano in Italia; il Psg in Francia; Barça, Real e Atletico in Spagna; tre o quattro in Inghilterra». Club che potrebbero di fatto già dare vita a un torneo che probabilmente farebbe gola anche alle tv di tutto il mondo. Oggi come oggi la Champins League è un affare da 7 miliardi di euro. Secondo i fautori della Superlega si potrebbe arrivare a 50 miliardi di euro.

2020, NASCE LA SUPERLEGA

SUPERLEGA? JUVE, MILAN, NAPOLI, ROMA: 7 MILIARDI DI RAGIONI PER IL SÌ

Champions a rischio, arriva la Superlega europea?
Guarda il video
Champions a rischio, arriva la Superlega europea?


Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti