Riccardo Cucchi rivela: «Ora posso dirlo, sono della Lazio»

Lo storico radiocronista ha chiuso la sua carriera oggi, con Inter-Empoli a San Siro, poi ha svelato la sua passione. Il club ha risposto: «Ti aspettiamo allo stadio da tifoso»
Riccardo Cucchi rivela: «Ora posso dirlo, sono della Lazio»© ANSA

ROMA - È stata sua la voce dello scudetto della Lazio del 2000. I tifosi se le ricordano bene le parole pronunciate da Riccardo Cucchi: «Sono le 18 e 4 minuti del 14 maggio del 2000. La Lazio è campione d’Italia». Una frase pronunciata ai microfoni della Rai che fa ancora emozionare i laziali. Oggi Inter-Empoli a San Siro è stata l'ultima radiocronaca di Riccardo Cucchi, omaggiato anche con uno striscione dai tifosi nerazzurri.

Inter, l'omaggio a Cucchi: «Grazie per averci emozionato»
Guarda la gallery
Inter, l'omaggio a Cucchi: «Grazie per averci emozionato»
Adesso che si è spogliato dei panni di radiocronista imparziale, Cucchi ha potuto rivelare il suo tifo per la Lazio. «Ora posso dirlo - ha detto nel corso di un'intervista a novantesimo minuto - tifo Lazio. Ma ho sempre cercato di trattare i biancocelesti con estrema imparzialità».

FOTO: Inter, omaggio a Riccardo Cucchi
 

LA LAZIO RINGRAZIA - La Lazio lo ha ringraziato con un tweet: «Sei stato per anni un imparziale radiocronista dal cuore biancoceleste. Ora ti aspettiamo allo stadio da tifoso».

 

 

 

 

Attiva ora DAZN in offerta speciale fino al 28 luglio per 14 mesi a 19,99€ al mese, invece di 29,99€ al mese

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti