Evra, la denuncia per il video omofobo: rischia il carcere

I contenuti offensivi registrati e inviati tramite snapchat al termine del match tra PSG e Manchester United potrebbero mettere seriamente nei guai l'ex calciatore della Juventus. Potrebbe scontare fino ad un anno di reclusione

© REUTERS

ROMA - Patrice Evra, dopo la pubblicazione del il video con contenuti omofobici registrato al termine del match tra PSG e Manchester United, rischia il carcere: pochi secondi secondi registrati e inviati tramite Snapchat ma che potrebbero valere carissimo. Due associazioni hanno infatti denunciato l'ex giocatore della Juventus, per insulti omofobi contro il Paris Saint-Germain, pronunciati subito dopo la sconfitta dei parigini contro il suo ex club del Manchester United in Champions League.

Evra, canto "pazzo" sotto la doccia
Guarda il video
Evra, canto "pazzo" sotto la doccia

LA DENUNCIA - A denunciare l'ex juventino alla procura di Parigi sono state le associazioni 'Stop Homophobie' e 'Mousse', sostenute dal collettivo "Rouge Direct" (Rosso diretto), che riunisce gli ex aderenti al Paris Foot Gay, una squadra di dilettanti della capitale. Ex difensore e capitano del Manchester, Evra si era letteralmente scatenato sui social network dopo la vittoria degli inglesi negli ottavi di finale, prendendosela in particolare con l'ex PSG Jerome Rothen. Poi aveva rincarato: "Paris, vous etes des pedes..." (Parigi, siete dei fro..), aggiungendo: "qui parlano i veri uomini". Il giocatore, che non è nuovo a post e video offensivi, aveva poi postato un messaggio di scuse, affermando di non essere omofobo.

Juve, Evra svela i messaggi con Cr7 prima dell'Atletico Madrid
Guarda il video
Juve, Evra svela i messaggi con Cr7 prima dell'Atletico Madrid

Da non perdere





Commenti