Prandelli:
© Getty Images
Calcio
0

Prandelli: "Ibrahimovic lo vedo bene al Bologna. Balotelli all'Europeo? Se trova continuità sì"

L'ex ct della Nazionale italiana ha parlato ai microfoni di Radio Anch'io Sport su Radio Uno dell'Italia di Mancini: "Ha capito che poteva avere un futuro soltanto puntando sui giovani e i giovani hanno risposto bene, ricreando l'entusiasmo giusto"

ROMA - L'Italia ha già conquistato il pass per Euro2020 e stasera allo stadio Renzo Barbera di Palermo affronterà l'Armenia. Tanti i complimenti al ct Roberto Mancini per i risultati ottenuti e per aver superato il record di Vittorio Pozzo, vincendo ben 10 partite consecutive alla guida della Nazionale. Complimenti che arrivano anche dall'ex ct azzurro Cesare Prandelli, che ai microfoni di Radio Anch'io Sport su Radio Uno ha commentato: "Si pensava che Mancini potesse essere un provocatore e invece ha avuto una visione. Ha capito che poteva avere un futuro soltanto puntando sui giovani e i giovani hanno risposto bene, ricreando l'entusiasmo giusto. C'è anche un grande spirito di squadra, il ct è stato straordinariamente bravo nel far capire il senso di appartenenza e a prepararsi per i grandi eventi. È stata una stagione esaltante - prosegue Prandelli -, ora bisogna migliorare le cose che possono migliorare, ma la base è molto, molto interessante. Ci sono 6-7 giovani molto interessanti, c'è una programmazione vera. I nostri giovani non hanno niente da invidiare a quelli che arrivano da fuori anche se forse soffriamo un po' di più a livello emotivo, di critica, la crescita".

Italia da applausi, Mancini: "Grazie Sacchi"

Prandelli: "Balotelli se trova continuità può essere utile"

Secondo Prandelli, però, manca ancora qualcosa per colmare il gap soprattutto con la Francia: "Tante volte si può sopperire al gap in termini d'esperienza con grandissimo entusiasmo e sotto questo punto di vista questa squadra è assolutamente vincente. Solo la Francia sopra tutti. Ha grandissimo potenziale, è solida, molto giovane. Le altre stanno vivendo un momento di transizione, di molti cambiamenti. Ci saranno molte squadre rinnovate agli Europei. Il Portogallo? Sono tutte squadre che ruotano attorno a un grande campione e il Portogallo ha dimostrato che quando c'è un leader che riesce a trascinare giocatori meno forti, si possono raggiungere tanti obiettivi".
Su Balotelli è chiaro: "C'è apertura e non chiusura per nessuno. Dipenderà molto dalle prestazioni e dall'andamento del campionato, se dovesse trovare continuità ne terranno conto. La potenzialità la conosciamo, deve trovare continuità e molto più equilibrio e poi il ct ne terrà conto".

I 100 secondi di Simone Zizzari: "Balotelli, il treno per gli Europei si allontana"

Prandelli su Ibrahimovic, Conte e Sarri

Prandelli ha anche parlato della possibilità di rivedere Ibrahimovic in Serie A: "Lo vedrei bene al Bologna, darebbe ulteriore entusiasmo alla città. Al Milan tornerebbe a casa ma non penso che possa fare la differenza per le aspettative che possono avere in questo momento, il Milan sta programmando e ci vuole tempo". Per quanto riguarda l'inizio di Conte sulla panchina dell'Inter Prandelli commenta: "In pochi mesi ha dato una quadratura, un'impronta importante, la squadra sa cosa deve fare e molto, molto velocemente è riuscito a trovare un equilibrio. Gli manca una rosa un po' più competitiva". Secondo l'ex Genoa il tecnico salentino è riuscito a lasciare il segno più di Sarri. A proposito dell'allenatore della Juve Prandelli è chiaro: "È stato molto intelligente a non stravolgere inizialmente una squadra che da 8 anni sta vincendo. Ma piano piano si sta vedendo la sua filosofia". Chiosa finale sul suo futuro: "Tornare in panchina a inizio stagione permetterebbe di programmare meglio, ma al di là di questo siamo sul pezzo, ci stiamo aggiornando. Aspettiamo".

Bologna, Petagna alternativa a Ibrahimovic

Tutte le notizie di Calcio

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti

Calciomercato in Diretta