Clamoroso! L'Alcoyano elimina il Real Madrid dalla Coppa del Re

Notte da incubo per i ragazzi di Zidane, che soffrono un’incredibile remontada contro una squadra di terza serie. Avanti con Militao, le merengues incassano il secondo gol, al termine dei supplimentari, con i locali in inferiorità numerica.
Clamoroso! L'Alcoyano elimina il Real Madrid dalla Coppa del Re© EPA
Andrea De Pauli

ALICANTE (SPAGNA) - Incredibile allo stadio Collao di Alcoy! La cenerentola Alcoyano fa fuori i campioni di Spagna del Real Madrid grazie a un gol siglato in inferiorità numerica al termine del secondo tempo supplementare. Con una formazione imbottita di seconde scelte, i blancos passano in vantaggio con Eder Militao, allo scadere del primo tempo, per poi farsi riacciuffare sull’1-1 da Solbes. Alla fine dei supplementari si fa cacciare Ramon Lopez, tra i padroni di casa, che riescono comunque a trovare l’inverosimile gol qualificazione con Juanan. Un paio di ore prima, successo anche per la Real Sociedad, che si sbarazza del Cordoba grazie a una doppietta di un Willian José prossimo al trasferimento al Wolverhampton. Domani i sedicesimi del torneo si chiudono con la visita dell’Athletic Bilbao all’Ibiza e con il derby tra Cornellà e Barcellona.

Alcoyano-Real Madrid 2-1: tabellino e statistiche

SECONDE LINEE - Lasciata alle spalle la deludente esperienza di Siviglia, nelle Final Four di una Supercoppa di Spagna chiusa con la prematura eliminazione in semifinale, per mano dell’Athletic Bilbao, che poi si sarebbe assicurato il titolo, i blancos riappaiono ad Alcoy con un undici decisamente poco consueto. Fuori causa Sergio Ramos e Varane, a poche ore dalla gara sparisce dai radar anche Nacho, isolato preventivamente per essere stato a stretto contatto con una persona risultata positiva al Covid. Davanti al portiere di coppa Lunin, così, Zidane si reinventa una linea a quattro formata da Odriozola, Militao, il debuttante Chust e Marcelo. A centrocampo tocca a Casemiro, Fede Valverde e Isco, mentre in avanti il tridente è formato da Lucas Vazquez, Mariano e Vinicius. Il tecnico locale Vicente Parras risponde con un ordinato 4-4-2.

BOTTA E RISPOSTA - Tra il freddo, gli scarsi automatismi per un undici mai visto e le non proprio grandi motivazioni, i campioni di Spagna ci mettono un po’ per ingranare. Per una prima doppia occasione ravvicinata i blancos devono attendere il quarto d’ora, quando Fede Valverde costringe alla deviazione in angolo l’ultra quarantenne portiere di casa José Juan, che pochi secondi dopo blocca un colpo di testa di Militao. Un altro lungo passaggio a vuoto e, proprio all’ultima giocata del primo tempo, l’attivo Militao regala il vantaggio al Real, con uno stacco imperioso favorito da un perfetto centro dalla sinistra di Marcelo. Occasioni col contagocce anche nella ripresa, che si scalda all’improvviso, a dieci minuti dal termine, quando l’Alcoyano trova l’incredibile pareggio con Solbes, sugli sviluppi di una giocata d’angolo.

L’IMPRESA - Per la disperazione del Real, sono necessari i supplementari, che si aprono con l’apparizione di Marco Asensio, che entra in campo per dar man forte a Benzema, a sua volta inserito da Zidane nella fase finale del secondo tempo. Col risultato che non si sblocca, poco dopo, il tecnico francese è costretto a giocarsi anche le carte Toni Kroos e Hazard a cui avrebbe risparmiato volentieri la fatica. Il reattivissimo José Juan, però, pare insuperabile, come conferma un grande intervento su un tiro a botta sicura di Asensio. A una decina di minuti dal termine, l’Alcoyano rimane in dieci per l’espulsione di Ramon Lopez, ma cinque giri di lancette dopo trova l’impensabile 2-1 con Juanan Casanova, al termine di un’incredibile ripartenza. Passa l’Alcoyano. Terribile batosta per Zizou.

 

Approfitta del Black Friday!

L'edizione digitale con un maxi-sconto

Approfitta dell'offerta a soli 59,99€ per un anno!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti