Benevento, Gaich sceglie la 7 di Imbriani

Prima volta al "Vigorito" per l'attaccante argentino che posa davanti alla gigantografia dell'ex capitano. E il Tanque cambia idea sulla maglia: aveva scelto la 23, ora giocherà con la 7 di Carmelo...
Benevento, Gaich sceglie la 7 di Imbriani© Taddeo/Benevento Calcio
Ettore Intorcia

BENEVENTO - Ci sono foto che raccontano una storia, ma il primo scatto ufficiale di Adolfo Gaich allo stadio “Vigorito”, la sua nuova casa, è qualcosa di più: un incrocio romantico, un segno del destino. C’è un numero che i tifosi del Benevento hanno sempre nel cuore, è il 7, la maglia di Carmelo Imbriani, l’indimenticato e indimenticabile capitano di mille battaglie prima e allenatore della Strega, poi. Da quando in estate il Benevento ha ceduto Kragl, la numero 7 è rimasta libera e quel numero un vessillo che scalda il cuore in uno stadio vuoto. Oggi i tifosi della Curva Sud hanno voluto ricordare Imbriani esponendo la sua gigantografia e accompagnandola con una dedica: mercoledì Carmelo avrebbe compiuto 45 anni, e lunedì 15 saranno trascorsi 8 anni da quel maledetto 15 febbraio del 2013. Proprio quel ritratto di Imbriani è stato lo sfondo del primo scatto ufficiale di Adolfo Gaich nella sua nuova casa: il centravanti argentino, arrivato dal Cska Mosca, in questi giorni è dovuto rientrare in Russia per completare alcune pratiche burocratiche, dovendo così rinviare la sua prima convocazione con la Strega. Nel pomeriggio Gaich ha preso una decisione definitiva sul suo numero di maglia: in settimana aveva indicato il 23, dopo la partita ha fatto sapere che sceglierà la numero 7. Quella di Carmelo Imbriani. Una scelta di cuore.

Benevento-Samp, Gaich e Vigorito sotto la curva
Guarda la gallery
Benevento-Samp, Gaich e Vigorito sotto la curva

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti