Mls, il flop di Higuain e Matuidi: Inter Miami all'ultimo posto

La squadra del presidente Beckham, nonostante gli ingenti investimenti, è alla sesta sconfitta consecutiva in campionato
Mls, il flop di Higuain e Matuidi: Inter Miami all'ultimo posto© Juventus FC via Getty Images
TagsMLSHiguainMatuidi

II flop dell'Inter Miami sotto i riflettori. La squadra della Florida è al momento la peggiore squadra della Mls, ultima in campionato e reduce da sei sconfitte consecutive. Un fallimento costosissimo, nonostante i protagonisti in campo: David Beckham come proprietario, Phil Neville in panchina, Gonzalo Higuain come capitano e in squadra un campione del mondo del calibro di Blaise Matuidi. L'Inter Miami non sta rispettando le aspettative e l’entusiasmo globale che le gravita intorno, basti pensare al fatto che a turno dei campioni conclamati o sono accostati alla squadra per un prossimo futuro (Messi, Griezmann e altri) o siedono in tribuna come spettatori (Dybala, Pastore e Kean qualche settimana fa e Pogba con Kimpembé la notte scorsa).

Le ultime sconfitte dell'Inter Miami

Nelle ultime 6 partite disputate dalla formazione allenata da Phil Neville il parziale è allarmante, ovvero 1-13, con l'unica rete all'attivo segnata da Higuain, con tanto di "Mask" dedicata a Dybala in tribuna. Tradotto: ultimo posto in classifica nonostante gli investimenti ingenti. Sì perché se è solo parzialmente vero che i soldi in MLS non ci sono per via di un salary cap piuttosto rigido, è anche vero che per determinati giocatori le società hanno un numero limitato di posti (tre da Designated Player, proprio grazie a Beckham ai tempi dei LA Galaxy) per pagare un ingaggio senza limiti e attrarre campioni. In questo caso l'Inter Miami è la squadra più spendacciona dell'intera MLS con 17,8 milioni spesi per gli ingaggi, contro gli 11 dei Revolution per esempio. 

Corriere dello Sport in abbonamento

Riparte la Serie A

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Approfitta dell'offerta a soli 0.22 euro al giorno!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti