Yildiz, Amey e Ciammaglichella i super 2005 della Serie A: ecco i top mondiali

I tre giovani di Juve, Bologna e Torino sono stati inseriti dal quotidiano britannico 'The Guardian' nella classifica dei 60 giocatori più talentuosi del panorama internazionale: c'è anche Carboni dell'Inter
Yildiz, Amey e Ciammaglichella i super 2005 della Serie A: ecco i top mondiali

Il quotidiano britannico 'The Guardian'ha stilato la classifica Next Generation che sceglie i 60 giovani calciatori più talentuosi del panorama mondiale con l'edizione 2022 che vede protagonisti i ragazzi classe 2005. I talenti in classifica sono tantissimi: dallo juventino Yildiz al difensore Amey, fino a Ciammaglichella del Torino e all'esterno offensivo mancino Delle Monache del Pescara, già ribattezzato come il "piccolo Insigne".


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Yildiz-Amey-Ciammaglichella: il futuro della Serie A

Kenan Yildiz è senz'altro uno dei prospetti più interessanti. Dotato di una tecnica magnifica e di un controllo ravvicinato, scrive il 'The Guardian', ha anche un buon fiuto in zona gol. Barcellona e Ajax hanno fatto sforzi significativi per ingaggiarlo dalla sua ex squadra, il Bayern Monaco, ma alla fine Yildiz ha scelto la Juventus. Nazionale turco, il classe 2005 ha brillato con l'Under 17, qualificandosi per Euro 2022. Purtroppo ha saltato il torneo vero e proprio a causa di un infortunio, ma le occasioni non mancheranno. Tra gli altri talenti italiani spiccano il roccioso difensore centrale Wisdom Amey del Bologna, nonché il giocatore più giovane a esordire nella storia della Serie A nel maggio 2022 - 15 anni e 274 giorni; il centrocampista Aaron Ciammaglichella del Torino che alcuni osservatori paragonano a Juan Cuadrado; Marco Delle Monache, rapida ala sinistra che ha esordito nella scorsa stagione in Serie C con la maglia del Pescara, ribattezzato come il "piccolo Insigne" e seguito con attenzione dal Borussia Dortmund. Presente anche il trequartista argentino dell'Inter Valentin Carboni: trequartista dotato di ottima tecnica, possiede uno spiccato fiuto per il gol. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'altro Ibrahimovic

Tra i 60 gioiellini del calcio mondiale, scrive il 'The Guardian', è presente un giocatore destinato ad attirare molta attenzione, soprattutto per il cognome che porta. Si tratta del centrocampista Arijan Ibrahimovic, anche se non c'è alcun grado di parentela con il più celebre ZlatanTuttavia, Arijon, nato in Baviera da genitori di origini kosovare, è un talento puro. Il centrocampista è stato promosso nell'Under 17 della Germania all'età di 14 anni ed è passato all'Under 19 all'età di 15 anni. Nel 2021 il "nuovo Ibrahimovic" si allenava già con la prima squadra del Bayern Monaco e ha impressionato positivamente l'allenatore Julian Nagelsmann con le sue capacità di dribbling e resistenza. Nato come giocatore offensivo che menzionava Zlatan e Cristiano Ronaldo come suoi modelli, ha segnato gol a grappoli a tutti i livelli giovanili e può agire anche come mediano. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Next Generation, la lista completa

Tanta Italia in lista, arricchita anche dalla presenza di Max Caputo, promettente trequartista e all'occorrenza ala sinistra del Melbourne City, nazionalità australiana ed un nome che ne tradisce inequivocabilmente le origini, e da quella del polacco Dariusz Stalmach, duttile centrocampista in forza al Milan. Tra i club, fa la voce grossa il Bayern Monaco che, oltre all'"Ibrahimovic 2.0", annovera nell'elenco anche il croato Lovro Zvonarek, il francese Mathys Tel e il tedesco Paul Wanner. Di seguito la lista completa:

Valentín Carboni (Inter)
Santiago Hidalgo (Independiente)
Garnik Minasyan (Urartu-2)
Max Caputo (Melbourne City)
Zeteny Jano (Liefering)
Noah Mbamba (Club Brugge)
Matheus Gonçalves (Flamengo)
Vitor Roque (Atletico Paranaense)
Deivid Washington (Santos)
Martin Georgiev (Barcellona)
Oscar Perea (Atletico Nacional)
Lovro Zvonarek (Bayern Monaco)
Zidan Sertdemir (Bayer Leverkusen)
Juan Macías (Liga de Quito)
El Chadaille Bitshiabu (Paris Saint-Germain)
Desiré Doué (Rennes)
Mathys Tel (Bayern Monaco)
Luka Parkadze (Dinamo Tbilisi)
Tom Bischof (Hoffenheim)
Arijon Ibrahimovic (Bayern Monaco)
Paul Wanner (Bayern Monaco)
Clinton Duodu (Bechem United)
Dimitris Kaloskamis (Panathinaikos)
Amadu Baldé (Sporting Lisbona)
Suhail Bhat (Indian Arrows)
Wisdom Amey (Bologna)
Aaron Ciammaglichella (Torino)
Marco Delle Monache (Pescara)
Niko Takahashi Cendagorta (Barcellona)
Beknaz Almazbekov (Galatasaray)
Beyatt Lekweiry (Douanes)
Heriberto Jurado (Necaxa)
Brandon Tellez (LA Galaxy)
Yassine Khalifi (Académie Mohamed VI)
Mike Kleijn (Feyenoord)
Gabriel Misehouy (Ajax)
Julian Rijkhoff (Borussia Dortmund)
Runar Norheim (Tromso)
Antonio Nusa (Club Brugge)
Milciades Adorno (Guaraní)
Antoni Mikulko (Lechia Gdansk)
Dariusz Stalmach (Milan)
Dário Essugo (Sporting Lisbona)
Roger Fernandes (Sporting Braga)
Rodrigo Ribeiro (Sporting Lisbona)
João Veloso (Benfica)
Andrei Borza (Farul Constanta)
Jovan Milosevic (Vojvodina Novi Sad)
Jovan Sljivic (Stella Rossa)
Luphumlo Kaka Sifumba (Cape Town City)
Iker Bravo (Bayer Leverkusen)
Yarek Gasiorowski (Valencia)
Álvaro Ginés (Real Madrid)
Roony Bardghji (Copenaghen)
Jardell Kanga (Bayer Leverkusen)
Arda Guler (Fenerbahce)
Kenan Yildiz (Juventus)
Reed Baker-Whiting (Seattle Sounders)
Joaquín Lavega (River Plate Montevideo)
Kervin Andrade (La Guaira)


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Il quotidiano britannico 'The Guardian'ha stilato la classifica Next Generation che sceglie i 60 giovani calciatori più talentuosi del panorama mondiale con l'edizione 2022 che vede protagonisti i ragazzi classe 2005. I talenti in classifica sono tantissimi: dallo juventino Yildiz al difensore Amey, fino a Ciammaglichella del Torino e all'esterno offensivo mancino Delle Monache del Pescara, già ribattezzato come il "piccolo Insigne".


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

1
Yildiz, Amey e Ciammaglichella i super 2005 della Serie A: ecco i top mondiali
2
Yildiz-Amey-Ciammaglichella: il futuro della Serie A
3
L'altro Ibrahimovic
4
Next Generation, la lista completa