Bolt ce l'ha fatta: giocherà in Australia

Il recordman dei 100 metri sosterrà 6 settimane di prova con i Central Coast Mariners, poi potrà debuttare in A-League
Bolt ce l'ha fatta: giocherà in Australia© Getty Images
TagsBolt

ROMA - Usain Bolt sta per realizzare il sogno di giocare in una lega professionistica di calcio. La leggenda dello sprint, pluricampione olimpico, ha raggiunto un accordo con i Central Coast Mariners valido a partire da agosto che gli permetterà di giocare per un'intera stagione agonistica nella A-League, la stessa in cui ha militato Alex Del Piero ai tempi della sua esperienza nel Sydney Fc. "Un accordo di principio tra Bolt e i Mariners è stato raggiunto - ha annunciato l'agente Tony Rallis, che ha fatto da intermediario in questa trattativa - e ora ci sono un paio di punti da rispettare. Il primo è che Usain dovrà sottoporsi a un periodo di sei settimane di test, poi parte dello stipendio gli verrà pagato dalla federazione calcio australiana, che peraltro è d'accordo. Se si dimostrerà competitivo, la A-League avrà trovato la sua grande stella, dandole un prestigio che nessuna somma di denaro potrebbe comprare: farà sognare tanti giovani".

Norvegia, Bolt in campo con la 9...e 58
Guarda la gallery
Norvegia, Bolt in campo con la 9...e 58

Il direttore generale dei Mariners Shaun Mielekamp si è detto entusiasta dell'arrivo di Bolt. "Mi dicono che a calcio ci sappia fare - ha detto - e se sarà così sarà davvero eccitante. Prevedo che il nostro stadio farà registrare sempre il tutto esaurito". Bolt, che ha 31 anni, in passato ha sostenuto provini con il Borussia Dortmund e con i norvegesi dello Stromsgodset, ma questo in Australia appare un tentativo più serio e fatto non per motivi di sponsor: il campionato australiano lo aspetta.

Corriere dello Sport in abbonamento

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti