Iran, tifosi dell'Esteghlal in piazza per Stramaccioni

Manifestazione a Teheran dopo la rescissione unilaterale del contratto per giusta causa del tecnico italiano che dice: "Sono pronto a tornare se la situazione si sistema"
Iran, tifosi dell'Esteghlal in piazza per Stramaccioni© ANSA
4 min
TagsStramaccioniIranEsteghlal

TEHERAN (IRAN) - Manifestazioni di piazza a Teheran contro il governo, ma stavolta i motivi non sono esclusivamente politici. A manifestare sotto la sede del ministero dello sport sono centinaia di tifosi dell'Esteghlal, la principale squadra iraniana prima in classifica nella serie A locale, dopo che ieri l'allenatore italiano Andrea Stramaccioni ha rescisso unilateralmente il contratto per "giusta causa". I tifosi sono schierati dalla parte dell'allenatore, accusano la dirigenza del club e il ministero dello sport che detiene la proprietà del club. E le autorità temono disordini, che si aggiungerebbero alle tensioni sociali e agli scontri delle ultime settimane. Per questo si sta valutando di far giocare a porte chiuse la partita di campionato dell'Esteghlal in programma oggi.

Teheran, protesta in piazza per Stramaccioni

Andrea Stramaccioni e il suo staff tecnico hanno comunicato "di aver sciolto unilateralmente il contratto di lavoro con Esteghlal F.C. con effetto 6 dicembre". La decisione è arrivata dopo che la Fifa - che ha evidenziato irregolarità nei pagamenti da parte del club iraniano - aveva sospeso di fatto la validità del contratto del tecnico italiano. In una nota all'ANSA da Teheran, Stramaccioni insieme ai collaboratori Marco Caser, Sebastian Eduardo Leto e Omar Danesi ringrazia "tutti i giocatori della prima squadra e il resto dello staff per le grandi prestazioni e la collaborazione professionale ricevute che hanno permesso alla squadra di raggiungere la vetta la classifica, nonostante tutte le difficoltà di questi ultimi mesi. Ultimo ma non meno importante, il tecnico ringrazia di cuore i tifosi dell'Esteghlal per l'incredibile sostegno manifestato durante tutto questo periodo e augura loro di poter festeggiare con la loro squadra tutti i successi che meritano. Con il cuore spezzato sono costretto a partire sperando un giorno, in futuro di poter stare di nuovo insieme".

Stramaccioni: "Pronto a tornare anche domani"

C'è grande amarezza per il fatto che sia finita così, non credo lo volesse nessuno” le parole di Stramaccioni, interpellato dall’Ansa. Poi l’allenatore romano precisa: “Ho fatto tutto il possibile sino alla fine per salvare il rapporto e continuare a lavorare, ma purtroppo dal club sono continuate ad arrivare conferme che non vi erano le condizioni che, peraltro, non ci sono mai state in tutti questi mesi. Non è vero assolutamente che ho un altra offerta come qualcuno sta dicendo. In questo momento sono solo molto triste e non ho tanto da dire se non che l'Esteghlal ha dei tifosi incredibili e che la gente iraniana è stupenda , li porto nel cuore ed è un onore incredibile ricevere questo affetto”. Infine, ai microfoni di Sky, Stramaccioni si è detto pronto a riprendere l’aereo verso l’Iran: “Se le situazione si sanasse dal punto di vista legale sarei pronto a tornare anche domani alla guida dell'Esteghlal”.

Furia Stramaccioni, che sfogo in conferenza stampa
Guarda il video
Furia Stramaccioni, che sfogo in conferenza stampa


Acquista ora il tuo biglietto! Vivi la partita direttamente allo stadio.

Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti