Haiti, abusava delle calciatrici: bandito a vita il presidente della Federazione

Yves Jean-Bart è accusato di abusi sessuali sistematici sulle giocatrici. Per lui anche una multa da 1,1 milioni di dollari

© AFPS

CROIX-DES-BOUQUETS (Haiti) -  Scandalo ad Haiti: il presidente della Federazione caraibica di calcio Yves Jean-Bart è stato bandito a vita dalla FIFA in seguito alle accuse di abusi sessuali sistematici sulle giocatrici. Il Comitato etico della FIFA ha dichiarato colpevole Jean-Bart e lo ha multato di 1,1 milioni di dollari.

Bolivia, nuovo virus letale: ci sono già morti

"Giggs? Un malato di sesso", le dichiarazioni choc del fratello

Sospesi anche altri funzionari

Jean-Bart guida il calcio haitiano dal 2000. È stato accusato di aver abusato sessualmente di donne e ragazze che giocavano e si allenavano con le squadre nazionali di Haiti. Gli abusi sarebbero avvenuti presso il centro di formazione nazionale del paese a Croix-des-Bouquets. La FIFA ha contribuito a finanziare il complesso. Sospesi anche altri tre funzionari della federazione haitiana.

Commenti