Eder: "Suning senza rispetto. Ci ha lasciati senza stipendio"

L'attaccante italo-brasiiano del Jiangsu durissimo contro la proprietà: "Anche il direttore generale si è sempre dimostrato un bugiardo"
Eder: "Suning senza rispetto. Ci ha lasciati senza stipendio"
1 min

NANCHINO (Cina) - Con 32 gol in 62 presenze, Eder è stato certamente uno dei migliori acquisti da parte del Jiangsu Suning degli ultimi anni, un attaccante capace di fare la differenza nel campionato cinese. Adesso che le cose stanno cambiando e che la proprietà ha deciso di non investire più nel calco, è proprio l'ex attaccante dell'Inter a metterci la faccia e manifestare tutto il suo disappunto: “Suning non vuole più a investire nel calcio. Hanno mancato di rispetto a tutti i dipendenti e ai giocatori, ci hanno semplicemente lasciato senza stipendio e non ci hanno permesso di giocare in altri club“.

Eder contro Suning

L'italo-brasiliano ha poi proseguito ai microfoni del portale cinese Oriental Sport Daily: “Abbiamo fatto un’impresa per Suning Group, ma non abbiamo ricevuto il trattamento e il rispetto che avremmo meritato. Se il gruppo Suning fallisce, posso anche capirlo. Siamo stati rinchiusi in hotel per diversi mesi, diffondendo il nome di Suning nel mondo, ma abbiamo ricevuto un trattamento del genere senza alcun rispetto! Il direttore generale si è sempre dimostrato un bugiardo. Ci aveva detto che con il tempo ci avrebbe dato quanto ci spettava ma non ha mai rispettato quello che ci aveva promesso”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti