Bundesliga, dagli sputi agli abbracci: le regole anti-Coronavirus

Un documento di ben 35 pagine con tutte le norme per ripartire in sicurezza: nessun tifoso dovrà essere presente all’interno e all’esterno dello stadio

© Bongarts/Getty Images

Si riparte, ma con regole ferree. Sabato la Bundesliga tornerà in campo e sarà il primo dei grandi tornei europei a riaprire i battenti dopo lo stop per Coronavirus. I media tedeschi hanno riportato un regolamento di ben 35 pagine che contiene le nuove norme igieniche: tra gli aspetti più curiosi il divieto degli abbracci come manifestazione di giubilo e inoltre non saranno consentiti gli sputi e le strette di mano.

Bundesliga, sabato si riparte: dove vedere le partite in tv

Ecco chi può entrare allo stadio

I compagni di squadra non potranno bere acqua dalla stessa bottiglia, l’area del terreno di gioco è consentita soltanto a giocatori, arbitri, dieci membri dello staff per società, quattro raccattapalle (rigorosamente con mascherina), tre fotografi, quattro steward, tre agenti di pronto soccorso e quindici persone addette alle riprese televisive. Nessun tifoso dovrà essere presente all’interno e all’esterno dello stadio, gli spogliatoi saranno sanificati regolarmente e dovranno garantire il distanziamento sociale. 

Il Bayern si allena: calciatori uno vicino all'altro, senza paura
Guarda la gallery
Il Bayern si allena: calciatori uno vicino all'altro, senza paura

L’allenatore con la mascherina

Lo stesso distanziamento sociale sarà garantito anche sulle panchine: sarà necessario mantenere almeno due o tre posti di distanza e tutti dovranno indossare la mascherina. L’allenatore potrà toglierla soltanto per dare istruzioni a un proprio giocatore ma mantenendosi a una distanza di almeno un metro e mezzo. Altra norma curiosa: i delegati di ogni club in campo dovranno inviare alla Lega un documento che attesti che tutti i giocatori si siano sottoposti al test per Coronavirus, in caso contrario il match sarà annullato. La conferenza stampa del post gara sarà garantita, ma soltanto online.

Regole ferree anche per i viaggi

Non sono necessarie le mascherine durante la fase di riscaldamento dei calciatori. Le presenze all’interno degli stadi, tra personale e calciatori, non dovrà superare le 300 unità al massimo. Con gli stadi vuoti sarà consentito trasmettere musica dopo i gol e allestire sagome di tifosi di cartone sugli spalti. Regole ferree anche per i viaggi delle squadre: le formazioni in trasferta dovranno arrivare allo stadio con diversi autobus mentre i calciatori della squadra di casa dovranno arrivare con la propria autovettura, preferibilmente da soli. Giovedì è inoltre prevista un’assemblea straordinaria che sottoporrà all’attenzione di tutti la possibilità di portare le sostituzioni a cinque dopo il nulla osta arrivato dall'International Board, ente supremo del regolamento del calcio.

Commenti