Spagna, ministro salute: "Riapertura stadi non è probabile"

Santiago Illa ha spiegato: "Abbiamo alcuni nuovi focolai di infezione, non vedo ancora la possibilità di un rientro dei tifosi negli impianti"
Spagna, ministro salute: "Riapertura stadi non è probabile"© EPA
TagsSpagnaLigaCoronavirus

MADRID (Spagna) - Dal governo arriva una doccia fredda in merito alla riapertura degli stadi in Spagna. Il ministro della salute Santiago Illa, in un'intervista a Radio Cadena Ser, ha frenato sul ritorno dei tifosi sugli spalti all'inizio della prossima stagione: "Ad essere onesti, non vedo probabile una riapertura degli stadi al pubblico, vista la situazione in cui ci troviamo. Abbiamo alcuni nuovi focolai di infezione e, sebbene fortunatamente siamo stati in grado di controllarli, non vedo ancora probabile un rientro dei tifosi negli impianti". Il rappresentante dell'esecutivo ha poi sottolineato: "Ci prenderemo il nostro tempo e forniremo informazioni in modo che il dipartimento sportivo possa prendere la decisione quando necessario. Dobbiamo agire con attenzione contro il virus e concentrare un gran numero di persone in questo momento non è affatto consigliabile". La Liga sperava di tornare a far svolgere partite a porte aperte dal 12 settembre, ma forse dovrà rivedere i propri programmi. 

Barca, Bartomeu è sicuro: Messi resterà al Camp Nou
Guarda il video
Barca, Bartomeu è sicuro: Messi resterà al Camp Nou

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti