Liga
0

Appare Borja Mayoral e il Real Madrid supera il Betis Siviglia

Preziosa vittoria per i blancos, che s’impongono nel vibrante confronto con gli uomini dell’ex Manuel Pellegrini. Decisivo l’ingresso in campo dell’obiettivo di mercato della Roma, che forza il rigore che permette a capitan Sergio Ramos di fissare il definitivo 3-2

Appare Borja Mayoral e il Real Madrid supera il Betis Siviglia
© Getty Images

SIVIGLIA (SPAGNA) - Prima vittoria in campionato per il Real Madrid, che a una settimana dal pari a reti bianche nella tana della Real Sociedad di David Silva, centra la vittoria corsara sul Betis Siviglia del grande ex Manuel Pellegrini. Gara vivace, caratterizzata da sorpassi e contro-sorpassi, che si chiude con un 3-2 deciso da una rete di Fede Valverde, da un autogol del disastroso Emerson, che a metà ripresa si fa pure cacciare, e dal rigore finale di Sergio Ramos, guadagnato dal subentrato obiettivo di mercato, Borja Mayoral, che in fase di pressing finisce per costringere a un fallo di mano l’ex Barça Bartra. Tre punti d’oro per i madrileni e pazienza se Benzema e gli altri attaccanti continuano a non vedere la porta.

TUTTO SULLA LIGA

LAMPO VALVERDE - Determinato a conquistare la prima vittoria in campionato, il Real Madrid parte con l’acceleratore premuto e, dopo una manciata di minuti, passerebbe subito con Benzema, che però si vede annullare per fuorigioco il possibile vantaggio. Il Betis reagisce con una capocciata ravvicinata dell’ex Roma e Genoa, Toni Sanabria, ma Courtois risolve con un mezzo miracolo. Va decisamente meglio sul fronte opposto ai blancos, che al quarto d’ora trovano il primo gol stagionale con una zampata di Fede Valverde, che chiude nel migliore dei modi una gran giocata sulla destra di Benzema. Un giro di lancette e Sergio Ramos ha tra i piedi il possibile colpo del ko definitivo, ma spreca una sorta di rigore in movimento.

SOPRASSO - Scampato il pericolo, gli andalusi paiono ridestarsi all’improvviso e sfiorano il pari, prima con un diagonale di Fekir, poi con un bolide dell’attivo Sanabria, innescato direttamente dall’estremo difensore Joel. Al terzo tentativo consecutivo, i ragazzi di Pellegrini riacciuffano il meritato pareggio grazie a un colpo di testa di Mandi, trovato in area dall’ex Canales. Un altro paio di minuti e arriva anche il sorpasso di William Carvalho, che sorprende sul primo palo Courtois. La prima frazione si chiude con l’uscita anticipata del dolorante Toni Kroos, che cede il posto a Modric.

Mercato, al Real Madrid è stato offerto Cavani

DISASTRO EMERSON - La ripresa, invece, si apre con l’apparizione di Isco per l’opaco Odegaard. Scelta accompagnata dall’immediato pari, che arriva grazie a una sfortunata deviazione di Emerson, che nel tentativo di anticipare Benzema, finisce per trafiggere il compagno Joel con un tocco morbido. Pellegrini decide per la staffetta tra i due ex Fiorentina Joaquin, che lascia il campo, e Cristian Tello che si getta nella mischia. A metà frazione, Emerson completa la sua disastrosa notte facendosi cacciare per un fallo su Luka Jovic, lanciato a rete. Il tecnico cileno, così, si vede costretto a sacrificare Sanabria per l’ingresso della meteora interista, Martin Montoya. 

Roma, arriva Mayoral: ecco il vice Dzeko

LA MOSSA - Zidane nasa la possibilità di fare bottino pieno e inserisce l’oggetto dei desideri della Roma, Borja Mayoral, per Jovic. E proprio il nuovo entrato costringe a un fallo di mano in area Marc Bartra, che vale il rigore che regala al Real Madrid il controsorpasso. Sul dischetto si presenta l’implacabile Sergio Ramos, che realizza con la consueta freddezza. 98ª rete con la casacca blanca per il difensore goleador e primo successo nel torneo per i campioni in carica. Domani entra in scena il Barça, che attende al Camp Nou il Villarreal di Unay Emery.

@andydepauli

Tutte le notizie di Liga

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti