Zidane ritrova Hazard in tempo per l’Inter

Convincente vittoria per i blancos, che a tre giorni dal big match di Champions League con i nerazzurri, si sbarazzano del Huesca con un meritato 4-1. Sblocca tutto il ritrovato Eden Hazard, che festeggia il debutto stagionale in Liga con una rete spettacolare.
Zidane ritrova Hazard in tempo per l’Inter© Getty Images
Andrea De Pauli

MADRID (SPAGNA) - Prova di forza per il Real Madrid, che a tre giorni della delicatissima sfida Champions con l’Inter, supera per 4-1 la neopromossa Huesca e si riprende, almeno momentaneamente, la vetta della Liga, in attesa della risposta della Real Sociedad di David Silva, che domani pomeriggio visita il Celta di Vigo. La miglior notizia per Zinedine Zidane arriva dal redivivo Eden Hazard, che bagna il debutto stagionale in campionato con una splendida rete da fuori area. Di Benzema, due volte a segno, e Fede Valverde gli altri due gol dei blancos. Di Ferreiro la rete degli aragonesi.

TUTTO SULLA LIGA

RIAPPARIZIONE - Deciso a lasciarsi alle spalle il sofferto pari di martedì scorso con il Borussia Monchengladbach, riacciuffato in pieno recupero, Zidane decide di far rifiatare Varane, Mendy e Kroos, che si accomodano tra i rincalzi, per dar vita a un ragionevole turn-over, che contempla l’apparizione di Militao, in coppia con Sergio Ramos nel cuore della difesa, e di Marcelo sulla sinistra, mentre il centrocampo viene assemblato con Fede Valverde, Casemiro e Modric. La miglior notizia, però, è la prima titolarità stagionale del desaparecido Eden Hazard, che pare aver finalmente lasciato alle spalle anche l’ultimo acciacco. Il belga completa l’attacco merengue con Asensio e l’intoccabile Benzema.

Ahi Inter, Lukaku ko: niente Parma, salta anche il Real?
Guarda il video
Ahi Inter, Lukaku ko: niente Parma, salta anche il Real?

EUROGOL - All’Alfredo Di Stefano, il Huesca prova a sorprendere il Real, nei primi minuti, con due tentativi di Rafa Mir e Ontiveros, che però non vanno a buon porto. I blancos, che faticano un po’ a entrare in partita, però, si dimostrano letali, al 40’, quando proprio l’osservato speciale Hazard si rende protagonista di una pregevole giocata, che si chiude con una botta paurosa da fuori area che non lascia scampo al portiere ospite Andres Fernandez. Non poteva esserci miglior debutto stagionale in Liga per il fuoriclasse belga. Altri cinque minuti e i campioni di Spagna raddoppiano con Benzema, che controlla alla perfezione un centro dalla destra di Lucas Vazquez e insacca il 2-0.

TESTA ALL’INTER - Tra i due tempi, Michel decide per i due cambi, inserendo Ferreiro e Javi Galan per Ontiveros e Sergio Gomez, ma a segnare sono ancora i padroni di casa, che calano il tris con un diagonale di Fede Valverde, liberato in area dal solito Benzema. A questo punto, Zidane inizia a ragionare sull’imminente quanto fondamentale confronto di Champions con l’Inter, e così, dopo aver richiamato in panchina Lucas Vazquez, sostituito da Mendy, decide di risparmiare l’ultima mezz’oretta anche a Valverde, Hazard e Asensio, sostituiti da Isco, Vinicius e Hazard. Una decina di minuti dopo, si congeda pure l’essenziale Casemiro, che cede il posto a Toni Kroos. A un quarto d’ora dal termine, gli ospiti salvano l’onore con la rete di Ferreiro. Negli ultimissimi scampoli, Benzema fissa il definitivo 4-1. 3 reti in campionato per il lionese. Le merengues, così, si riprendono la vetta della Liga almeno per ventiquattr’ore. Ora, testa rivolta esclusivamente all’Inter.

@andydepauli

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti