Il Barcellona ritrova la vittoria: 5-2 al Betis Siviglia

Ritorno al successo in Liga per i blaugrana, che dopo due sconfitte e altrettanti pareggi, s’impongono sugli andalusi grazie alle reti di Dembelé, Griezmann, Pedri e a una doppietta di Messi, che era partito tra le riserve.
Il Barcellona ritrova la vittoria: 5-2 al Betis Siviglia© Getty Images
Andrea De Pauli

BARCELLONA (SPAGNA) - Ritorno alla vittoria in campionato per il Barça, che dopo due miseri punticini racimolati nelle precedenti quattro giornate, supera il Betis Siviglia in una gara ricca di emozioni, che si apre con la sorprendente panchina per Leo Messi, che nella ripresa, poi, si prenderà il centro della scena. Avanti con Dembelé, dopo aver fallito un rigore con Griezmann, i blaugrana si fanno riacciuffare sul pari da Toni Sanabria. Nella ripresa, entra in scena Leo, che favorisce il gol di Griezmann, e segna due reti. Di Loren, per gli andalusi, e Pedri per i catalani, le reti che fissano il definitivo 5-2.

TUTTO SULLA LIGA

MESSI PANCHINARO - Alla lettura delle formazioni, la prima sorpresa maiuscola. Per la prima volta in stagione, infatti, Leo Messi parte tra i rincalzi, situazione che in Liga non si verificava dal 21 settembre del 2019, giorno coinciso con una sconfitta esterna contro il Granada. In uno schieramento che, in fase di non possesso, si schiera in un ortodosso 4-4-2, per variare in un più inusuale 3-4-2-1, il peso dell’attacco finisce così per pesare sul tentennante Griezmann di questi tempi e su Ansu Fati, supportati da Dembelé, che giostra sulla destra, e sul baby Pedri, che spazia tra l’esterno sinistro e la zona della mezzapunta. Il Betis, che non può contare sul talentuoso Fekir, risponde col suo 4-2-3-1, con gli ex Fiorentina Joaquin e Tello a dar man forte a Sergio Canales alle spalle dell’ex Roma, Sassuolo e Genoa, Toni Sanabria.

LAMPO DEMBELÉ - Nessun tatticismo al Camp Nou, con le due squadre che danno vita, fin dal primo minuto, a uno scontro a viso aperto, caratterizzato da scarsissimi equilibri e ininterrotti cambi di fronte. Nei primissimi minuti, sfiorano più volte il gol Griezmann e Ansu Fati per i blaugrana, mentre nell’area opposta ci vuole un volo di Ter Stegen per neutralizzare un colpo di testa ravvicinato di William Carvalho. A sbloccare il risultato, a metà frazione, ci pensa Dembelé, che riceve sulla destra da Griezamnn, entra in area e spara un sinistro potentissimo che piega le mani dell’ex Claudio Bravo.

Pirlo: "Il ko con il Barça ci ha fatto bene"
Guarda il video
Pirlo: "Il ko con il Barça ci ha fatto bene"

MALEDIZIONE GRIEZMANN - Una manciata di minuti e il Petit Diable blaugrana scheggia la base del palo, liberato da un ispirato colpo di tacco di Pedri. Varcata la mezz’ora, Mandi stende in area l’incontenibile Ansu Fati. Con Messi accomodato in panchina, tocca a Griezmann incaricarsi dell’esecuzione. L’attaccante francese, però, conferma il momento no facendosi respingere il tiro dagli undici metri da Claudio Bravo, con cui aveva condiviso i primi anni di carriera nella Real Sociedad. Se non dovesse bastare per i catalani, negli ultimissimi scampoli della prima frazione, arriva anche il pareggio del Betis, trovato a centro area da Toni Sanabria, favorito dalla distratta marcatura di Lenglet. Volto scuro, per Griezmann, nella passeggiata verso gli spogliatoi.

BENEDIZIONE MESSI - La ripresa si apre con l’apparizione di Messi, che sostituisce un Ansu Fati ammonito e un po’ dolorante per il colpo incassato nella giocata del rigore. Pochi minuti e l’argentino, con un velo geniale che gli permette di portarsi dietro tre rivali, compreso Claudio Bravo, lascia un corridoio sguarnito per Griezmann, che insacca a porta vuota. Al quarto d’ora, poi, Leo scarica per Dembelé, che calcia subito in porta. Sulla linea spunta Mandi, che respinge con un braccio. Espulsione e rigore, che trasforma l’implacabile Messi. 5 reti in stagione per l’argentino col Barça, tutti dal dischetto, a cui va sommato un altro rigore segnato con la Nazionale.

"City, pre-contratto per Messi". Lazio, Immobile non parte
Guarda il video
"City, pre-contratto per Messi". Lazio, Immobile non parte

AZIONE MESSI - Nonostante la superiorità numerica e il doppio vantaggio, il Barça riesce nell’impresa di complicarsi la vita. Poco prima della mezz’ora, infatti, una giocata sulla sinistra del vivace Alex Moreno, che trova la blandissima opposizione dello svagato Lenglet, si chiude con una zampata vincente di Loren, che solo qualche istante prima aveva rilevato Toni Sanabria. A restituire la tranquillità ai catalani ci pensa Messi, che liberato da un colpo di tacco di Sergi Roberto, sigla il suo primo gol stagionale su azione con una potente conclusione all’incrocio. E sono 3 i gol in campionato per la Pulce. Nel finale, si unisce alla festa anche Pedri, liberato dall’ottimo Sergio Roberto. Ritorno alla vittoria per i blaugrana, che in Liga non vincevano dal successo contro il Celta dello scorso 1 ottobre. Al ritorno dopo la sosta, i catalani sono attesi dalla visita all’Atletico Madrid.

@andydepauli

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti