Marsiglia choc, manichino Valbuena impiccato

Scena brutta quella vista ieri al Velodrome, ora il club francese rischia grosso
Marsiglia choc, manichino Valbuena impiccato

MARSIGLIA - Un manichino, raffigurante l'ex amatissimo Mathieu Valbuena, 'impiccatò, e poi una sequela di incidenti con tanto di sospensione della partita di circa 20': per tutto questo il Marsiglia, impegnato ieri sera nel posticipo di lusso contro il Lione (1-1), rischia ora davvero grosso. Non bastassero le polemiche e l'estate difficile dopo le dimissioni shock del tecnico Marcelo Bielsa o la partenza al rallentatore in campionato (due vittorie in sei partite e posizioni di centro classifica in Ligue1, lontano 7 punti dal Psg), sono ora gli incidenti al Velodrome, con tanto di lancio di bottiglie di vetro dagli spalti, a tenere banco dopo il match casalingo contro l'Olympique.

Marsiglia choc, manichino di Valbuena "impiccato"
Guarda il video
Marsiglia choc, manichino di Valbuena "impiccato"

GIOCATORE COLPITO DA OGGETTO - Ne ha fatto le spese anche l'attaccante belga della squadra di casa, Michy Batshuayi, colpito dal lancio degli oggetti, anche se la scena più disgustosa è stato certamente il fantoccio raffigurante il 'traditore' Valbuena, quest'anno nelle file del Lione dopo la parentesi alla Dinamo Mosca, mostrato 'impiccatò sugli spalti dopo il suo ritorno al Velodrome dove ha giocato per 9 anni. Per il segretario allo Sport Thierry Braillard si è trattao di un gesto "inaccettabile. Lo sport dovrebbe essere una festa e non una guerra", ha detto il politico francese che ha chiesto controlli più severi e rigidi. Per il Marsiglia, impegnato mercoledì a Tolosa, dopo l'indignazione pubblica, c'è ora il rischio di una pesante squalifica.

Commenti