Calvert-Lewin, 11 gol nell’Everton: “Ancelotti mi ha cambiato la vita”

Il centravanti inglese, 23 anni, è la grande novità della Premier. E’ stato convocato anche in nazionale dal ct Southgate e ha segnato subito contro il Galles e l’Irlanda
Calvert-Lewin, 11 gol nell’Everton: “Ancelotti mi ha cambiato la vita”© EPA
Stefano Chioffi

Come gli dicono scherzando i suoi compagni, Dominic Calvert-Lewin dovrebbe offrire a Carlo Ancelotti almeno una cena a base di ostriche e caviale. Da quando il tecnico di Reggiolo ha varcato il cancello di Goodison Park, era il 21 dicembre, l’Everton ha capito che il centravanti giusto lo aveva già in casa e che sarebbe stato un errore spendere soldi sul mercato. Trentuno partite, diciannove gol, una doppietta al Newcastle e due triplette al West Bromwich Albion e al West Ham (in Coppa di Lega). Carlvert-Lewin è uscito dall’equivoco di essere solo un attaccante che fa le sponde e apre varchi: generoso, ma poco decisivo in area di rigore.

In questo campionato ha firmato otto gol in otto giornate e ha ricevuto la convocazione in nazionale dal ct Gareth Southgate, continuando a fare la differenza anche nell’Inghilterra e a segnare con una regolarità impressionante: un gol in 58 minuti al Galles e un gol in 63 minuti all’Irlanda. Il 2020 è stato l’anno della svolta per Calvert-Lewin, classe 1997, un metro e 87, cresciuto nello Sheffield United e arrivato nel 2016 all’Everton per un milione e ottocentomila sterline. L’attaccante si è preso la vetrina anche in Coppa di Lega con una tripletta al West Ham. Merito di Ancelotti, come ha sottolineato nell’intervista rilasciata a “Liverpool Echo”. Un salto di qualità che non gli era riuscito con altri allenatori: da Ronald Koeman a David Unsword, da Sam Allardyce a Marco Silva. Elogi e complimenti per Carletto, che era primo in classifica dopo cinque giornate (con 13 punti) e ora proviene da tre sconfitte consecutive. “Mi riesce a dare tanti consigli e io sono come una spugna, perché voglio fare altri progressi. Ancelotti è il top, è una figura molto popolare a livello mondiale, ha vinto tutto. Trasferisce positività, mette tutti a loro agio. Ti aiuta e ti responsabilizza. Pensa che io abbia ancora margini di crescita”. Ha un contratto fino al 2025 e a Goodison Park nessuno lo discute più.

Commenti