Covid, Henderson contro la Premier: "Nessuno pensa a noi"

Il capitano del Liverpool: "Sono preoccupato. Non si pensa alla salute dei calciatori. Non siamo rispettati"
Covid, Henderson contro la Premier: "Nessuno pensa a noi"© EPA
TagsPremierHendersonLiverpool

LIVERPOOL (REGNO UNITO) - Il capitano del Liverpool Jordan Henderson si scaglia contro la Premier League e la scelta di continuare a giocare nel periodo natalizio nonostante l'escaltion dei casi Covid in Gran Bretagna. "Sono preoccupato - dice in una intervista alla Bbc il giocatore dei Reds - nessuno prende sul serio il benessere dei giocatori. Non credo che le persone possano capire quanto sia intenso fino a quando non lo vivi in prima persona - ha aggiunto Henderson - il calcio per noi è tutto e vogliamo essere in grado di esibirci al massimo livello ogni volta che mettiamo piede in campo. E purtroppo in questo periodo è difficile farlo. E' così da qualche anno ormai ed è stato difficile ma poi, per di più, arriva il Covid e diventa ancora più difficile e anche peggio".

Henderson: "Nessuno ci rispetta"

Il Liverpool disputerà cinque gare in due settimane: "Vogliamo giocare come calciatori, vogliamo uscire e giocare, ma sono preoccupato per il benessere dei giocatori e penso che nessuno lo prenda abbastanza sul serio, specialmente in questo periodo con il Covid. Cercheremo di avere colloqui approfonditi - aggiunge Henderson - e cercheremo di prendere posizione in futuro, ma al momento non sento che i giocatori ottengano il rispetto che meritano. Qualcuno deve essere in grado di dire in modo indipendente che in realtà questo non è giusto per il benessere dei giocatori".

Corriere dello Sport - Stadio

Abbonati all'edizione digitale del Corriere dello Sport!

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti