Italia da sogno, sei gol alla Georgia e prodezza di Sabatino
© LAPRESSE
Calcio Femminile
0

Italia da sogno, sei gol alla Georgia e prodezza di Sabatino

Le Azzurre marciano verso Euro2021; prima rete per Linari, prodezza di Sabatino e la solita Girelli firmano l'ennesimo successo, infortuni per Guagni e Gama

BENEVENTO - Sei gol e punteggio pieno: le Azzurre di Milena Bertolini annientano la Georgia, centrano la quinta vittoria di fila nelle gare di Qualificazioni a Euro2021 e si portano in testa al girone B, a più tre sulla Danimarca, in campo il 12 novembre proprio contro le avversarie di giornata dell'Italia. Al "Vigorito" il punteggio si sblocca all'11': corner di Cernoia e colpo di testa vincente di Elena Linari, alla prima rete assoluta in azzurro. Al 25' il raddoppio lo firma Alia Guagni, che impatta a perfezione il cross di Sabatino infilando il portiere georgiano. Al festival del gol però non può mancare la solita Cristiana Girelli (a segno in tutte le utlime cinque gare in Azzurro e autrice di 13 reti in 13 presenze tra campionato e Nazionale), mentre il poker, poco dopo la mezz'ora di gioco, è di Daniela Sabatino: l'attaccante del Sassuolo si fa trovare pronta davanti alla porta avversaria e sulla respinta di Gabunia il poker è fin troppo facile. L'ex rossonera si prende la scena però a pochi minuti dal duplice fischio, con un colpo di tacco acrobatico in stile Ibrahimovic. La ripresa è puro controllo per le Azzurre, che chiudono la pratica con il gol di Rosucci, utile a fissare il punteggio sul 6-0 finale.

Italia da sogno, sei gol alla Georgia e prodezza di Sabatino
© LAPRESSE

Gama e Guagni, due infortuni che preoccupano

Punteggio pieno, ma soprattutto prestazione convincente. Milena Bertolini analizza così la bella prova delle Azzurre, che ora preparano la sfida con Malta: "Sono state brave, hanno approcciato bene e sbloccato subito il match. Sul 5-0 c'è stato un po' di rilassamento ma non hanno sbagliato niente". Unica nota negativa dei novanta di gara, i due infortuni di Sara Gama, out nel primo tempo, e di Alia Guagni, dolorante e costretta a lasciare il campo nel finale. La Ct però si augura che il terzino e il capitano possano tornare disponibili quanto prima: "Speriamo non ci sia nulla di grave ma solo affaticamenti, ma siamo in 23 anche per questo, e anche le giocatrici che entrano dalla panchina si fanno trovare sempre pronte". 

Tutte le notizie di Calcio Femminile

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti

In edicola

Prima pagina