Corriere dello Sport

Calciomercato

Vedi Tutte
Calciomercato

Casillas, addio al Real Madrid tra le lacrime

Il portiere saluta il pubblico con una conferenza stampa: «Mai vi dimenticherò. Al Porto perché credono in me»

Sullo stesso argomento

 

domenica 12 luglio 2015 13:59

ROMA - «Spero che, prima di essere ricordato come un grande o come un cattivo portiere, io sia ricordato come una buona persona». Il momento tanto doloroso è arrivato per Iker Casillas: tra le lacrime, saluta il pubblico del Real Madrid in una lunga conferenza stampa che precede il trasferimento al Porto. Dopo 25 anni nel club (arrivò all'età di nove anni) e 725 partite ufficiali, per il capitano è l'ora dei saluti. «Mi sembra ieri il momento in cui ho vestito per la prima volta questa maglia, realizzando un sogno - dice Casillas -. Durante tutto questo tempo, mi sono sentito amato e sostenuto. Questo club mi ha formato come persona e mi ha aiutato a crescere. A tutti i tifosi, grazie per l'appoggio incondizionato, per essere stato vostro capitano negli ultimi cinque anni, per lasciarmi sollevare i titoli che abbiamo vinto. Mai vi dimenticherò: ovunque andrò continuerò a gridare "Hala Madrid!"».

NUOVA ESPERIENZA - Casillas non parla del rapporto con Florentino Perez, il presidente del Real attaccato dai genitori in una dura intervista. Preferisce soffermarsi sul futuro, il Porto: «Vado al Porto perché mi hanno dimostrato affetto, interesse e voglia di avermi in squadra. Farò il massimo per vincere titoli».

Per Approfondire

Commenti