Inter, Ausilio a Londra incontra Mourinho e parla di mercato

Ieri era a vedere Chelsea-Dinamo. Ha incrociato il tecnico del triplete, oggi potrebbe restare per il Tottenham
Andrea Ramazzotti
TagsCalciomercato InterInterAusilio

INVIATO AD APPIANO - Piero Ausilio ieri sera era a Stamford Bridge per vedere Chelsea-Dinamo Kiev. Si tratta dell’ennesima missione di mercato del ds nerazzurro che nelle scorse settimane è stato prima a Barcellona e Madrid, poi a Zagabria per vedere partite di Champions League. Un modo per tessere contatti con colleghi e dirigenti, ma anche per vedere giocatori che potrebbero entrare nei radar nerazzurri a gennaio o in estate. Da capire se oggi Ausilio resterà in Inghilterra o se stasera assisterà al match di Europa League del Tottenham contro l’Anderlecht.

DRAGOVIC, ICARDI E ALTRI - A Londra il dirigente interista ha avuto l’occasione di incrociare quel Mourinho con il quale ha vinto il triplete nel 2010, ma soprattutto ha dato un’occhiata ai giocatori in campo. Difficile pensare che l’obiettivo della missione sia quel Radamel Falcao che sta trovando poco spazio con Mou (ieri infortunato e non convocato) e che un tabloid negli scorsi giorni ha avvicinato al club di Thohir per il 2016-17: troppo alto l’ingaggio dell’ex bomber del Monaco e comunque in quel ruolo l’Inter ha Icardi. Maurito dopo la panchina di sabato è stato accostato al Liverpool di Klopp per gennaio o per il mercato estivo, ma in corso Vittorio Emanuele non c’è nessuna volontà di venderlo, a meno che l’operazione non sia obbligatoria per mettere a posto i conti (in caso di mancata qualificazione alla prossima Champions, per esempio). Ma torniamo alla missione di Ausilio: nella Dinamo Kiev ha rivisto all’opera quel Dragovic che nella scorsa stagione è stato a lungo nel mirino e che ieri ha realizzato... una clamorosa autorete. Adesso che sono arrivati Murillo e Miranda l’austriaco non è più una priorità, ma in caso di addio di Ranocchia e Vidic a gennaio la situazione può cambiare. In campo c’era anche Vida, esterno destro croato che qualche mese fa Mancini ha bocciato dopo averlo visto all’opera al Franchi. E soprattutto c’era Andriy Yarmolenko, l’ucraino cercato da Arsenal e Chelsea che ha recentemente firmato il rinnovo del contratto fino al 2020. Chiaramente è un obiettivo molto oneroso e solo in ottica 2016-17, ma comunque Ausilio lo ha osservato. Assente nel Chelsea l’infortunato Ivanovic, terzino destro serbo in scadenza di contratto a giugno. Un’idea alla Vidic in caso di mancato rinnovo?

Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna del Corriere dello Sport-Stadio

VIDEO - MANDRAGORA: VOGLIO FARE BENE CON IL PESCARA. IL MIO MODELLO? MOTTA

Mandragora: "Voglio fare bene con il Pescara. Il mio modello? Thiago Motta"
Guarda il video
Mandragora: "Voglio fare bene con il Pescara. Il mio modello? Thiago Motta"

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti