Corriere dello Sport

Calciomercato

Vedi Tutte
Calciomercato

Juventus, Marotta: «Higuain? Agito alla luce del sole»

Juventus, Marotta: «Higuain? Agito alla luce del sole»
© LaPresse

L'ad bianconero sulla trattativa che ha portato l'argentino a Torino: «De Laurentiis sapeva tutto. La cessione di Pogba? Ininfluente per l'acquisto del Pipita»

Sullo stesso argomento

 

giovedì 20 ottobre 2016 18:27

TORINO - «Noi abbiamo fatto tutto alla luce del sole, avvertendo correttamente il Napoli della nostra intenzione di esercitare la clausola rescissoria, cosa che poi abbiamo fatto». Così l'amministratore delegato della Juventus Beppe Marotta, torna a parlare dell'arrivo in bianconero di Higuain ai microfoni di RaiSport nella la puntata di "Zona 11 pm-Mercato" in onda domani dalle 23. «Aurelio lo conosco - ha detto Marotta di De Laurentiis - è un istintivo e un passionale. Tuttavia se Higuain fosse stato un brocco non ci sarebbero state tutte queste polemiche o prese di posizione al limite del lecito, con offese gratuite. E non è vero, come ha dichiarato Raiola, che questa operazione era strettamente legata alla vendita di Pogba. L'avremmo fatta ugualmente perchè in questi ultimi 5 anni sotto la gestione di Andrea Agnelli il nostro fatturato è più che raddoppiato e come area tecnica abbiamo ora una notevole potenza di fuoco, abbiamo a disposizione risorse molte importanti e siamo quindi attenti e pronti ad investirle se ci saranno delle opportunità da sfruttare per migliorare il tasso tecnico della rosa».

 

TESTA AL MILAN - Sabato c'è la sfida col Milan secondo in classifica. «Non mi aspettavo - confessa Marotta - che questa fosse una sfida di vertice. Il Milan in questi ultimi anni ha subito un processo di involuzione ma Galliani è stato bravo a fare di necessità virtù, puntando sulla valorizzazione dei giovani. Per noi è una partita a rischio».

INTER - E sul momento difficile dell'Inter: «Non voglio entrare nel merito delle cose nerazzurre. Sono problemi che devono risolvere loro. Dico però solo una cosa: la società viene sempre prima della squadra e per ottenere risultati importanti ci vogliono grandi competenze a livello manageriale».

RAVANELLI SU MILAN-JUVE

Articoli correlati

Commenti