Corriere dello Sport

Calciomercato

Vedi Tutte
Calciomercato

Il calciomercato della Juventus ora parla tedesco: fari puntati su Can del Liverpool

Il calciomercato della Juventus ora parla tedesco: fari puntati su Can del Liverpool
© REUTERS

Oltre al mediano dei 'Reds' i campioni d'Italia continuano a monitorare il suo connazionale Dahoud del Borussia Mönchengladbach

Sullo stesso argomento

di Antonio Barillà

sabato 21 gennaio 2017 08:45

TORINO - Domenica scorsa, tra i settantacinquemila spettatori dell’Old Trafford, c’era anche un osservatore della Juventus. Missione di routine per Manchester United-Liverpool? Può darsi, ma i bisbigli del mercato individuano un sorvegliato speciale: Emre Can, 23 anni, mediano davanti alla difesa dei Reds e della Germania, un intarsio di fisicità e talento.

Can è un obiettivo per la prossima stagione, come l’atro tedesco Mohmaud Dahoud (21) del Borussia Mönchengladbach, finito anche nel mirino del Barcellona, ma tra i profili giovani individuati per aggiungere muscoli al centrocampo il preferito rimane Corentin Tolisso (22) dell’Olympique Lione.

STRATEGIE - Con riferimento al francese, a dire il vero, la Juventus non abbandona la speranza di anticiparne l’arrivo, incoraggiata anche dall’entusiasmo con cui il ragazzo ha commentato l’interesse bianconero. Sarà dura, considerata la blindatura sbandierata dal presidente Jean-Michel Aulas - che ha svelato le strategie bianconere - e, in seconda istanza, la valutazione altissima, ma un rilancio sarà effettuato di sicuro. In caso di fumata nera con il Lione, in questi ultimi giorni di trattative, considerando la freddezza con cui è stata accolta in corso Galileo Ferraris l’autocandidatura di Adriano (32) del Besiktas, resteranno piccole chance per Steven N’Zonzi (28) del Siviglia e Luiz Gustavo (29) del Wolfsburg, a patto che formula o prezzo li trasformino in buoni affari. (...)

Leggi l'articolo completo sull'edizione del Corriere dello Sport Stadio oggi in edicola

 

Dybala-Juventus: accordo fino al 2021:

 

Articoli correlati

Commenti