Corriere dello Sport

Calciomercato

Vedi Tutte
Calciomercato

Calciomercato, Milan-Ocampos: tutto fatto

Calciomercato, Milan-Ocampos: tutto fatto
© ANSA

Oggi la firma dell’attaccante del Genoa (c’è l’ok anche del Marsiglia) che arriva in prestito. Dopo Deulofeu un altro rinforzo per Montella. Ora le corsie esterne sono ben presidiate

Sullo stesso argomento

 

sabato 28 gennaio 2017 09:20

MILANO - Anche Lucas Ocampos è (quasi) diventato un calciatore del Milan. Almeno fino al 30 giugno con la formula del prestito. Ricevuto l’ok del Marsiglia che è proprietario del cartellino e l’aveva ceduto a sua volta in prestito (con diritto di riscatto fissato in 8 milioni di euro) al Genoa, l’operazione verrà perfezionata, già oggi, con le consuete visite mediche. Come Geri Deulofeu, anche l’argentino è un attaccante esterno. Ma sicuramente di dimensioni notevoli (187 centimetri per 84 chili) che ha affrontato la Serie A con l’impatto giusto: 14 presenze e 3 gol hanno contribuito a rendere più agevole l’esordio di Juric sulla pregiata panchina genoana. Montella ha voluto cautelarsi perché ha ritenuto che l’arrivo di Deulofeu non fosse sufficiente a compensare la partenza di Niang. Anche perché ormai Honda, come possibile sostituto di Suso, non è più né utile né, tanto meno utilizzabile. Tanto è vero che non è da escludere l’addio del giapponese fin da questa sessione di mercato. La Premier League è sempre più interessata a Honda che ha il contratto con il Milan in scadenza il 30 giugno.

CALCIOMERCATO LIVE - TUTTO SUL MILAN

VARIANTI - Ocampos affronterà questa avventura milanista con grande vigore. Anche perchè il suo fisico... bestiale, sostenuto anche dalla giovane età (22 anni), lo rendono praticamente imbattibile nei contrasti con gli avversari. Finora ha vinto il 92 per cento dei duelli che ha avuto in questo inizio di stagione. Inutile dire che il Milan sta pensando a lui anche in chiave futura, non solo fino al termine della stagione. Anche perché Niang sembra deciso a non fare ritorno più né al Milan né in Serie A, volendo convincere il patron del Watford, Pozzo, ad avere piena e lunga fiducia nella sua ennesima resurrezione. Del resto il Milan potrebbe garantirsi 18 milioni di euro se il club inglese riscattasse il francese il 1° luglio. Inoltre con l’arrivo di Ocampos e Deulofeu Montella avrà a disposizione una serie di soluzioni tattiche dove, sempre partendo dal 4-3-3, in attacco potrà schierare una punta centra di ruolo (Bacca o Lapadula) oppure un falso nueve (Bonaventura o Deulofeu), anche a partita in corso. Considerato il fatto che Bonaventura potrebbe essere recuperato anche per la linea mediana.

PROBLEMA - Ma l’improvvisa abbondanza di attaccanti, più o meno esterni (Bacca, Lapadula, Suso, Deulofeu, Ocampos, l’adattato Bonaventura, il dimenticato Honda...) rischia di creare qualche problema a Montella che domani a Udine dovrebbe schierare lo scalpitante Deulofeu già da titolare. Ma questa scelta verrebbe fatta sulla corsia di destra a scapito di Suso che, in effetti, da un paio di partite a questa parte (Napoli e Juventus in Coppa Italia) ha denotato un certo calo prestazionale. Fra l’altro lo spagnolo ha affrontato l’impegnativa trasferta allo Stadium in condizioni rese complicate da un colpo che ha ricevuto sabato sera a San Siro contro il Napoli. In realtà non avrebbe dovuto scendere in campo, ma la situazione di emergenza ha imposto il suo «sacrificio» che ha amplificato un problema che, comunque, non dovrebbe impedirgli di essere domani pomeriggio in panchina al Friuli.

Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna del Corriere dello Sport-Stadio

Articoli correlati

Commenti