Corriere dello Sport

Calciomercato

Vedi Tutte
Calciomercato

Altri 26 milioni a papà Neymar per l’ultimo rinnovo e i tifosi si arrabbiano

Altri 26 milioni a papà Neymar per l’ultimo rinnovo e i tifosi si arrabbiano
© EFE

Entro la fine del mese, il padre-procuratore dell'ex Santos riceverà il lauto premio in denaro pattuito al momento dell'accordo per l'ultimo prolungamento del figlio, nonostante le valigie pronte per Parigi. Sconcerto tra gli aficionados catalani.

 Andrea De Pauli

sabato 29 luglio 2017 09:10

BARCELONA (STATI UNITI) - 26 milioni di euro per un prolungamento di contratto che, di fatto, ogni giorno che passa sembra più probabile che non verrà rispettato. È scoppiata l’indignazione tra i tifosi blaugrana dopo che il quotidiano barcellonese Sport ha rivelato che il padre-procuratore di Neymar, entro il prossimo 31 luglio, si vedrà rimpinguare il conto corrente da un nuovo versamento da capogiro del club blaugrana, sottoscritto al momento dell’accordo per il rinnovo del talentuoso rampollo, avvenuto non più dello scorso ottobre. Un secondo premio alla firma, insomma, dopo il primo da 40 milioni ottenuto all’epoca del trasferimento dal Santos al Barça, a cui potrebbe presto sommarsi, in caso di trasferimento in Ligue 1, anche quello del Paris Saint Germain, che secondo alcune fonti potrebbe toccare i 100 milioni di euro. La rivelazione è stata accolta con sconcerto dagli aficionados catalani e ha contribuito, se possibile, ad aumentare la già ampia porzione di tifosi che ormai si auspicano un addio immediato del Mohicano, considerato alla stregua di un mercenario. 

TUTTO SULLA LIGA

PAROLE DA CAPITANO - Nel frattempo, hanno detto la loro sul caso Neymar anche Iniesta e Luis Suarez, nel corso della conferenza stampa di presentazione del Clásico con il Real Madrid che si disputerà questa notte a Miami. “A tutti noi piacerebbe che la situazione fosse distinta”, l’analisi di Don Andres, interpellato sul nervosismo mostrato da Ney al momento dello scontro in allenamento con Semedo, che gli è costato l’espulsione di Valverde. “L’unico modo per far sì che cali tanta tensione è che Neymar si pronunci. Da parte mia posso solo dire che il gruppo vorrebbe che rimanesse, però abbiamo bisogno di tranquillità”. Interrogato sulle cifre in gioco, poi, il capitano blaugrana è stato più che chiaro. “Non mi pare che 200 o 300 milioni siano meglio che poter contare su di lui. Nella mia squadra io voglio sempre i migliori”.

PAROLE DA AMICO - In qualche modo più prudente, seppur concorde con Iniesta, l’amico fraterno di Ney, Luis Suarez, che ha dato l’impressione di conoscere più dettagli di prima mano sulla questione. “Quando chiarirà la situazione si sentirà meglio. Sarà un momento importante, però spetta solo a lui decidere quando farlo. Noi, qualsiasi sarà la sua decisione, lo appoggeremo”. Alla domanda esplicita su un tentativo di convincimento ancora in atto da parte dei compagni, il Pistolero è sembrato mostrarsi comprensivo con i dubbi del Mohicano. “L’affetto per lui rimane comunque immutato. Capisco la situazione e posso dire che la maggioranza dei compagni vuole che rimanga. Quello che voglio davvero, però, è che sia felice e che sappia che saremo sempre con lui”.

FINO ALL’ULTIMO CENTESIMO - Nel corso della notte, ai microfoni dell’ESPN, ha invece ribadito la posizione del club il numero uno Josep Maria Bartomeu, smentendo, di fatto, le notizie che arrivano con crescente insistenza dalla Francia e che lo vedrebbero trattare con il Paris Saint Germain, circostanza negata con fermezza. “Vogliamo che Neymar rimanga con noi, ma esistono le clausole. Se davvero vuole andarsene, che paghi e se ne vada e con il denaro che verrà rinforzeremo la squadra”. Indispettito con il PSG? “Se vogliono il giocatore, devono pagare la clausola, fino all’ultimo centesimo”, l’ultima parola presidenziale.

@andydepauli

¡Qué Viva España!

Articoli correlati

Commenti