Inter stregata da Pavon

Esterno offensivo del Boca è il sogno di tanti. Piace anche il suo compagno Maroni
Inter stregata da Pavon© EPA
Andrea Ramazzotti
TagsCalciomercatoInterPavon

APPIANO - L’ Inter lavora per il mercato di gennaio, ma anche per il futuro. E così, se in vista della riapertura della campagna trasferimenti Ausilio, Sabatini e Gardini continuano ad aspettare un segnale da parte di Suning su Ramires (Spalletti lo accoglierebbe volentieri e il brasiliano ha già dato il suo ok al prestito, ma Capello non vuole perderlo per il suo Jiangsu e il colosso di Nanchino ha paura di lanciare un messaggio negativo in patria) oltre a sperare in un rilancio in tempi brevi sia di Cancelo. 

[...]

Inter, Spalletti sfida il freddo ad Appiano 
Guarda la gallery
Inter, Spalletti sfida il freddo ad Appiano 

CASA BOCA -Negli scorsi giorni un osservatore di fiducia di Ausilio e Baccin è stato in Sudamerica e ha osservato Cristian Pavon del Boca Juniors, esterno offensivo (gioca a destra, ma anche a sinistra) classe 1996. Ha un contratto lungo (2022) e, stando alle dichiarazioni del suo agente, Fernando Hidalgo, nessuna intenzione di andarsene fino a fine del 2018 perché sogna di vincere la Libertadores. Le pretendenti per lui non mancano complice la vetrina con la Seleccion di Sampaoli (ha giocato le amichevoli contro Russia e Nigeria) e i complimenti ricevuti da Messi: lo Sporting Lisbona lo sogna, ma le grandi d’Inghilterra (Arsenal, United e City), il Monaco e il Real seguono da vicino la sua velocità. L’Inter aveva già chiesto informazioni su di lui la scorsa estate, durante la trattativa Boca-Medel. L’ostacolo è la clausola rescissoria da 37,5 milioni di dollari.

Leggi l'articolo completo sull'edizione digitale del Corriere dello Sport-Stadio

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti